Select Page

La 16ª edizione della più spettacolare e titolata corsa in alta montagna italiana ha visto domenica 3 luglio 2011 sconvolti i pronostici, almeno nella gara lunga. Si è infatti laureato campione italiano SkyMarathon 2011 l'outsider 25enne bellunese Titta Scalet, con 4h 21' 58", dopo una lotta serrata con almeno altri tre contendenti.
La pluri-titolata e favorita verbanese Emanuela Brizio, al contrario, ha letteralmente dominato dai primi metri all’arrivo tra le donne con 5h 15' 01", lasciando la seconda a quasi 40'.

Un volto nuovo e giovane, dunque, accanto a quello di una veterana, campioni tricolori nel 150° dell'unità d'Italia sulle bellissime montagne orobiche di Aprica e Corteno. Si potrebbe definire tale risultato la sintesi perfetta di questa antica e insieme nuovissima manifestazione, che dopo un anno di stop è tornata alla grande sulla scena dello skyrunning con percorsi nuovi ed una altrettanto nuova organizzazione, pur con una storia alle spalle che ormai la rende mitica.

Dietro il raggiante Scalet, ecco il formidabile discesista bergamasco Fabio Bonfanti, che nel finale ha recuperato posizioni su posizioni ed è giunto a soli 17” dal primo. Terzo a meno di un minuto, per la precisione 52”, il trentino Michele Tavernaro, campionissimo di orienteering, vincitore come la Brizio del premio di 500 euro per essere giunto primo a Cima Sèllero (2744 m.), tetto della corsa.

Nella mezza, definita nuovo splendido percorso da tutti, ha primeggiato il lecchese Stefano Butti, accanto alla bergamasca Lisa Buzzoni. Sugli altri gradini del podio Mikhail Mamleev e Daniele Zerboni, Cinzia Bertasa e Lorenza Combi. Medaglia FSA anche ai vincitori della classifica over 50 Maria Rita Corradini e Rinaldo Gatta.

Giornata magnifica, coronata da un sole e splendido e da temperature fresche, con centinaia di spettatori sui percorsi e al parterre. Concordi nel giudizio positivo sulla manifestazione e sull'organizzazione tutti i concorrenti. Tom Berardi, presidente del comitato organizzatore, e Adriano Salvadori, direttore di gara, letteralmente al settimo cielo per il successo.

Soddisfatti, dal canto loro, i numerosi amministratori pubblici presenti: dai rappresentanti regionali Franco Nicoli e Monica Rizzi al presidente BIM Adda (nonché sindaco di Aprica) Carla Cioccarelli e al vicepresidente CM Tirano Dino Negri, dal sindaco di Corteno Martino Martinotta al consigliere provinciale bresciano Ruggero Marchioni e altri.

Foto: "Scalet in azione" – fonte: www.clickalps.com

Test di prodotti per camminare e correre in montagna