Select Page

www.altavaltanaro.it ALTA VAL TANARO (CN) – Viaggiare in piena libertà, in sintonia con il paesaggio, attraverso luoghi non banalizzati dal turismo di massa: l’Alta Val Tanaro, al confine meridionale della provincia di Cuneo, è un’ottima alternativa per concedersi una vacanza di relax e sport a contatto con la natura. E’ la filosofia del gruppo degli “Accompagnatori Alpi Liguri”, che, da questa primavera, schiera anche uno staff di guide cicloturistiche, organizzate in una nuova società sportiva. “Il cicloturismo e l’escursionismo stanno continuamente crescendo in tutta Europa; la zona delle Alpi Liguri e Marittime ha recepito immediatamente questa tendenza, anche perché le sue caratteristiche morfologiche e paesaggistiche sono assolutamente ideali per le discipline outdoor”, spiegano Eugenio Arduino, Marco Bologna, Matteo e Simone Fossati, Matteo Modena e Erik Rolando:“La riscoperta delle due ruote e delle escursioni a piedi può trovare nel nostro territorio una meta d’elezione, dove si sta facendo molto per realizzare nuovi percorsi non solo per le auto, ma anche per le persone”. Gli accompagnatori MTB vanno ad affiancare Mirko Cavalleri ed Anna Calzia, gli accompagnatori naturalistici soci della cooperativa “Liguria da Scoprire”, attivi da oltre un anno. Il gruppo si propone obiettivi come la rivalutazione della sentieristica, con la riscoperta dei percorsi di interesse paesaggistico, culturale e sportivo, la realizzazione, nelle vicinanze di Ormea, di un “campo scuola” di mountain bike dove offrire lezioni e percorsi per i più piccoli, l’organizzazione di escursioni. Domenica 9 maggio è iniziato il programma di escursioni promosso dalla Comunità Montana Alta Val Tanaro, con il patrocinio dell’Ente del Parco Naturale dell’Alta Valle Tanaro e Pesio. Le gite, a partecipazione gratuita, interessano i territori dei comuni di Bagnasco, Priola, Garessio, Ormea, Caprauna, Alto e Briga Alta. Fino a ottobre gli “Accompagnatori” propongono 35 escursioni e 15 uscite in mountain bike, che si svolgeranno, generalmente, di domenica o in concomitanza con manifestazioni, feste paesane o sagre gastronomiche. La novità dell’edizione 2004 sono gli incontri degli “Antichi passi”: le escursioni diventeranno occasione di ritrovo e di gemellaggio con gruppi provenienti dalle zone confinanti liguri e piemontesi, e avranno come mete i valichi tradizionalmente percorsi dalle vie del commercio tra la costa ligure e l’entroterra. Durante il mese di giugno, camminando con gli “Accompagnatori Alpi Liguri”, sarà possibile scoprire il percorso della “Balconata di Ormea”, ripristinato dai volontari della locale sezione CAI, e visitare la città durante la festa del Corpus Domini, o partecipare a Caprauna all’“Incontro sulla civiltà contadina” percorrendo la “via veggia” fino ad Alto, o, ancora, fare festa sui piani della Colma in occasione della ricorrenza di San Giovanni. Fra le proposte dei “bikers” un impegnativo ma spettacolare ciclotrekking di due giorni lungo la “via del sale”, fra le grotte del Marguareis e il bosco delle Navette. Il programma completo è a disposizione sul sito internet www.altavaltanaro.it e, per informazioni, è attivo il numero verde della Comunità Montana Alta Val Tanaro (800 07 6077).

Il territorio è la nostra risorsa

Intervista a Giorgio Ferraris, presidente della Comunità Montana Alta Val Tanaro

Prenotazioni:

Per partecipare è sufficiente telefonare all’accompagnatore che eseguirà l’escursione entro i tre giorni precedenti la data dell’escursione stessa.

Mtb:

Marco Bologna, cell. 347 9156288, Eugenio Arduino, cell. 329 3993082, Matteo Fossati, cell. 329 8616880, Erik Rolando, cell. 347 3000346

Trekking:

Anna Calzia, cell. 339 1124519, Mirko Cavalleri, cell. 328 6236802

www.altavaltanaro.it

info@altavaltanaro.it

Numero verde:

800.07.6077 (dalle 9.00 alle 12.00; dalle 15.00 alle 21.00)

Comunità Montana Alta Val Tanaro

Tel. 0174 806721 / Fax 0174 803714

Come raggiungere la Val Tanaro

L’Alta Val Tanaro, in provincia di Cuneo, si snoda tra i comuni di Nucetto e Briga Alta. Dalla Liguria la si raggiunge dall’Imperiese percorrendo la SS 28 del Col di Nava in direzione Torino, dall’Albenganese seguendo la provinciale per Pieve di Teco fino ad incrociare SS 28 o valicando il passo del San Bernardo verso Garessio, dal Finalese valicando il colle del Melogno ed il colle dei Giovetti per Bagnasco, o, da Calizzano, il colle del Quasso per Garessio; dal Piemonte si imbocca la valle da Ceva, risalendo la SS 28 in direzione di Ormea.