Select Page

bionde in volo!? (foto Renato Bavagnoli)Il prossimo 14 settembre nella Valle di Lanzo, precisamente a Chialamberto (Torino), avrà luogo la “Pink Para”, una manifestazione di parapendio dedicata alle sole donne, alle amazzoni del cielo che affrontano le nuvole armate di questo mezzo privo di motore e che si regge in aria per tempi e distanze anche notevoli aiutato solo dalle ascendenze di aria calda.

Ad organizzare quest’evento sono le associazioni “Velum Volitans” e “Baratomga Flyers”, due sodalizi piemontesi nei quali la presenza femminile è sempre stata piuttosto marcata: oltre il 15% dei piloti iscritti sono “pilotesse”. La Federazione Italiana Volo Libero ha concesso il patrocinio all’evento.

Va detto che le donne sono una presenza costante in tutto il mondo del volo libero, e non temono confronti di sorta, tanto che, per esempio, la milanese Silvia Buzzi Ferraris ha ben figurato durante i Campionati del Mondo di Parapendio, disputati questa estate in Portogallo, mentre è una donna ad aver attraversato per prima il canale della Manica volando su un deltaplano, mezzo più efficiente e veloce del parapendio, ma dove lo sforzo fisico ne fa un fatto più da “macho”. Nel 1989 ciò non trattenne l’inglese Judy Leden che, sganciata da una mongolfiera in volo a 3600 metri su Dover, atterrò in Francia.

A Chilamberto, tuttavia, nessuno si aspetta record e quote da capogiro, ma una forma di confronto in chiave scherzosa, come la prova di “Eleganza in Decollo”, intesa sia dal punto di vista tecnico, che civettuolo, quella di “Tempo di Volo Dichiarato”, o “Chi l’ha Visto?”, vale a dire una prova di precisione in atterraggio, dove le concorrenti al termine del volo dovranno centrare un bersaglio posto a terra.

La classifica sarà stilata da una giuria di soli uomini, secondo il noto copione ripescato dai tempi in cui Paride si mise nei guai con mezzo Olimpo, mentre è davvero insolita la quota d’iscrizione “in natura”, non nel senso volgare del termine, ovviamente. Infatti ogni ragazza dovrà “pagare” con una torta fatta in casa. La vendita dei dolci al pubblico su appositi banchi predisposti in atterraggio permetterà di raccogliere fondi per l’adozione a distanza di un bimbo della Costa d’Avorio o del Brasile.



Altre informazioni sull’evento

Segreteria Circolo Parapendio Torino “Velum Volitans”

velumvolitans@bigfoot.com

https://www.velumvolitans.org/pinkpara.html