Select Page

Fino al 29 maggio, in occasione della Giornata europea dei parchi, le aree protette del Piemonte promuovono “Il menù del parco”, assaggio di prodotti e degustazione di piatti locali.

Il prossimo martedì 24 maggio si celebra la Giornata europea dei parchi a ricordo del giorno in cui nel 1909 venne istituito in Svezia il primo parco europeo. In Italia la Federparchi ha esteso le iniziative a tutta la settimana che va da sabato 21 a domenica 29 maggio. Il tema del 2016 “un assaggio di natura”, inteso come degustazione di prodotti locali e di fruizione della natura nelle aree protette, si concretizza in Piemonte con “Il menù del parco” e la biodiversità arriva in tavola. Ventun parchi del Piemonte, tra i quali il Parco nazionale del Gran Paradiso, festeggeranno invitando a degustare la biodiversità gastronomica dei prodotti del territorio cucinati per l’occasione da ottantacinque ristoratori locali.

Tome sott’olio, polenta saracena, castagne con crema pasticcera, cinghiale al civet, flan di verdure, trota alle erbe di montagna, tiramisù al profumo di menta, ravioli di borraggine… Impossibile davvero elencare tutte le proposte culinarie presentate dai ristoratori che hanno aderito all’iniziativa.

forma-margotta-prodotta-nella-riserva-naturale-ciciu-del-villar

Forma margotta prodotta nella riserva naturale Ciciu del Villar

Il “Menu del parco” è un’iniziativa legata a un progetto più ampio della Regione Piemonte – “Parchi da gustare”, cominciato nel 2015 – che punta a promuovere un’economia sostenibile basata sui legami virtuosi esistenti tra Enti parco e imprenditori locali. Da questo progetto è nata la pubblicazione omonima “Parchi da gustare” (scaricabile gratuitamente dal sito www.piemonteparchi.it e stampata in edizione limitata), un numero speciale della rivista regionale Piemonte Parchi che ha raccontato un patrimonio di sapori e saperi di ben 34 parchi e segnalato i produttori e i ristoratori che collaborano con le Aree protette piemontesi, per far conoscere l’esperienza di un gusto non omologato, frutto di un faticoso lavoro di tutela e di collaborazione.

I territori controllati e protetti come i parchi piemontesi possono essere scrigni di biodiversità anche a tavola. I menu delle aree protette propongono prodotti sani e cucinati secondo la tradizione, nel segno della collaborazione fra ristoratori e produttori di una terra rigogliosa, sia sotto il profilo ambientale che dal punto di vista eno-gastronomico. Per questi motivi, l’iniziativa è un tassello importante per promuovere un’economia sostenibile nelle aree protette del Piemonte, ricche di fascino, natura e cultura.

L’assaggio di natura non si limita però alla tavola. Nel corso della settimana dal 21 al 29 maggio, oltre al “Menù del parco”, le aree protette piemontesi organizzeranno un ricco programma di incontri, escursioni, mostre e attività ambientali, nello spirito del tema della Giornata europea. Il “Menu del parco” completo di date, indicazioni di località ed Enti parco di riferimento così come il calendario di tutte le iniziative organizzate per la Giornata europea sono presenti su www.piemonteparchi.it in continuo aggiornamento.