Select Page

SALUZZO (CN) – E’ giunta come una notizia inattesa, nei giorni scorsi al Parco del Po Cuneese, la candidatura della Comunità Montana Valle Varaita alla gestione del Sito di Importanza Comunitaria (Sic) del Gruppo del Monviso e del bosco dell’Alevé. Il vice-presidente della Comunità Montana Dino Matteodo ha presentato all’ente fluviale la delibera di giunta, approvata nel mese di marzo, secondo cui l’unione dei comuni della valle Varaita manifesta l’intenzione di gestire del Sic, affidando inoltre un incarico per lo studio di fattibilità dell’operazione.

Stupore è stato espresso dal presidente del Parco del Po Cuneese Alfio Locatelli, il quale ha dichiarato: “Il Parco ha proposto fin da subito in Regione la propria candidatura, essendo un ente già presente sul territorio, in relazione con comuni, organi istituzionali ed associazioni locali, con i quali andrebbe ad instaurare un rapporto consultivo per definire i particolari di accordi e regolamenti. La candidatura del Parco è stata finora ampiamente condivisa ed appoggiata: nel contesto di una recente riunione ufficiale piena approvazione è stata espressa dal sindaco di Casteldelfino Dao, dal sindaco di Pontechianale Ruffa e dall’Assessore all’Ambiente della Comunità Montana Valle Varaita. La delibera che ci è stata consegnata risale addirittura a tre mesi fa, e non sembra coerente con questa linea: fisserò al più presto un incontro con il presidente della Comunità Montana Silvano Dovetta per chiarire quale equivoco sia alla base di questa scelta e mi auguro che, di comune accordo, si troverà il modo per procedere congiuntamente a favorire la candidatura del Parco del Po Cuneese alla gestione del Sic”.

Comunicato a cura di Mario Bois, Ufficio Stampa Parco del Po Cuneese