Select Page

Lo scarpone da scialpinismo Fischer Travers Carbon, ha per nome un acronimo di due parole evocative per il mondo dello skitouring: TRAnsalp e VERsatile. Il Travers abbina in fatti ad un’ottima vestibilità – rispettando la naturale libertà di movimento – una più che buona rigidità torsionale in un modo completamente nuovo. Il prodotto è leggero, perchè Fischer è riuscita a mantenerlo al di sotto dei 1000 g. Le tecnologie di ultima generazione assicurano inoltre piena efficienza in salita, una performance perfetta in discesa per ottenere il massimo del divertimento durante le uscite scialpinistiche.

Scarponi Fischer Travers scialpinismo

Sistema di allacciatura Fischer Lace Frame: fit perfetto con una mano
La nuova tipologia di costruzione della linguetta combinata con il sistema di chiusura a rotazione Boa® consente la regolazione dello scarpone in un unico gesto. I dispositivi di chiusura dei lacci sono distribuiti intorno a tutto il piede e possono essere facilmente regolati con una sola mano.

Sistema di chiusura Boa®
Apertura semplice, regolazione dello scarpone intorno al piede rapida e dalla precisione millimetrica. Facile da usare con una sola mano, per indossare o togliere lo scarpone velocemente.

Sistema di allacciatura a carrucola
I passalacci a carrucola permettono il trasferimento efficace della potenza dal collo alle dita dei piedi, in questo modo lo scafo si adatta perfettamente all’anatomia di ogni piede.

Scialpinismo: prova Fischer e Salewa sulle Alpi

Livio Petoletti ha provato per noi lo scarpone Fischer Traverse Carbon sulle Alpi, al Passo del Sempione, nella zona di Rothwald e ai piedi della est del Monte Rosa, salendo al Rifugio Zamboni dal Belvedere di Macugnaga. In abbinamento, abbiamo utilizzato lo sci Transalp 90 Carbon e il completo Salewa composto da: giacca Sesvenna Polartec Alpha, Giacca guscio Sesvenna, pantaloni Sesvenna, zaino Dry Back.

Test Scarpone Fischer travers Carbon by Livio Petoletti
Il Fischer Travers Carbon ha trasmesso feeling da subito, la calzata immediata e l’alloggiamento del piede non ha creato punti di contatto, due giri alla manopola del BOA SYSTEM e si è già pronti a partire. La chiusura a leva con velcro abbinata al sistema BOA funzionano ottimamente avvolgendo il piede in modo uniforme e progressivo ed una volta serrato non ho più sentito la necessità di aprire né lo scafo né il gambetto, garantendomi grande libertà di movimento negli allunghi abbinata ad una stabilità sopra la media. Lo scarpone non cede di caviglia, la piastra in Carbon inserita nella suola conferisce grande rigidità torsionale agevolando nei tratti di traversi specialmente su fondo compatto, dove la solidità dello sci non basta. Il cambio assetto è immediato, su la leva e si è pronti per la discesa: la sensazione è di sostegno, leggerezza e rigidità insieme, l’inclinazione naturale del gambetto invita all’appoggio tibiale, un fit ottimale che permette grande trasmissione delle pressioni agli sci che si traduce in una migliore precisione in sciata. Sia fuori pista che su neve battuta la sensazione di controllo è stata notevole, non lo senti ai piedi e mantiene un comfort di calzata elevato anche dopo averlo indossato per ore. L’isolamento termico si è dimostrato adeguato, il piede è rimasto asciutto in ogni situazione anche dopo ore di tour. Il Fischer Traverse Carbon mi ha impressionato, uno scarpone da ski touring eccezionale che unisce comfort e leggerezza in salita abbinati a performance e stabilità in discesa… caratteristiche spesso opposte ma che Fischer con questo scarpone, utilizzato nel set con lo sci Transalp 90 Carbon, è riuscita a far convivere al meglio.

Verso il rifugio Zamboni, sopra Macugnaga Monte Rosa (foto L.Petoletti)
Test scarponi Fischr Traverse Carbon

Rothwald (CH), Passo del Sempione (foto L.Lorenzini)

Rothwald (CH), Passo del Sempione (foto L.Lorenzini)

Rothwald (CH), Passo del Sempione (foto L.Lorenzini)

Scialpinismo a Rothwald, Vallese, Svizzera

Caratteristiche tecniche e info: