Select Page

Bad Aussee inaugura ufficialmente il suo anno come “Città alpina dell’anno 2010”. La città dedica l’anno ai giovani e alla tradizione, proponendosi così di rafforzare il proprio ruolo di “intermediatrice” tra città e territorio circostante nel Salzkammergut. I motivi conduttori dell’anno saranno i prodotti regionali, la musica e la Convenzione delle Alpi.

Bad Aussee è situata al centro dell’Austria e, con i suoi 5.000 abitanti, è la più piccola città finora insignita del titolo di “Città alpina dell’anno” e la seconda città austriaca dopo Villach.

banner_600x600_passo_resia_winter_2023

“Noi intendiamo promuovere la qualità della vita della nostra città, in modo che i giovani possano restare, lavorare e vivere in questa regione, senza dover emigrare nelle grandi città o diventare pendolari”, ha affermato Anton Frick, responsabile del progetto e artista di Bad Aussee.

La Giuria internazionale ha assegnato il titolo a Bad Aussee con la motivazione che Bad Aussee si impegna attivamente per la protezione dell’ambiente, la sostenibilità e la Convenzione delle Alpi. Esempi in tal senso sono l’approvvigionamento energetico da biomassa, la promozione del trasporto pubblico e il coinvolgimento della popolazione nella progettazione di una centrale idroelettrica nel rispetto dei criteri di compatibilità con la natura.

Un anno denso di aspettative. Per il 2010 sono già in programma numerose manifestazioni e progetti: (programma). Bad Aussee si propone di organizzare e attuare gli eventi che si susseguiranno nel corso dell’anno insieme alla popolazione e a tutti gli attori locali.

banner_600x600_passo_resia_winter_2023

Il conferimento ufficiale del titolo si è svolto il 13 febbraio 2010 presso il Kurhaus, nell’ambito di un ballo tradizionale stiriano, a cui è stata invitata tutta la popolazione. Bolzano/I, precedente città detentrice del titolo, e Hubert Buhl, vicepresidente dell’associazione “Città alpina dell’anno”, hanno passato il “testimone” a Bad Aussee. Il riconoscimento si propone di sostenere le iniziative attualmente in corso e incoraggiare l’avvio di nuovi progetti.

Share This