Select Page

Domenica 27 luglio, alle ore 12, dalle sponde del lago di Santa Caterina, partirà il primo Triathlon Olimpico che collega Auronzo di Cadore a Cortina d’Ampezzo. L'obiettivo degli organizzatori è stato raggiunto già prima del via, con 500 atleti iscritti alla gara che affronteranno le tre prove: nuoto, ciclismo e corsa. La gara si aprirà con la frazione di nuoto, costituita da un unico giro di 1500 metri da percorrere in senso antiorario nelle acque del lago di Auronzo di Cadore.

Triathlon

L'acqua del lago è più fredda del previsto, con circa 14°, decisamente inferiore alle medie del periodo che sono state rilevate negli ultimi anni. La causa? Il forte innevamento invernale e le anomalie climatiche del mese di luglio. In questi casi, il regolamento federale prevede che sotto i 14 gradi la frazione a nuoto sia portata a 750 metri e sotto i 13 gradi sia annullata, facendo disputare solo la frazione bici e corsa. Ci vorrà una bella muta! Gli atleti dovranno dotarsi di una muta da triathlon completa di 5 mm di spessore ed eventualmente della calottina per la testa. Il regolamento prevede che i piedi e le mani rimangano nude.

Triathlon bike

La frazione ciclistica. Lungo un percorso di 40 km, da Auronzo di Cadore fino a Cortina d’Ampezzo, i partecipanti non potranno pedalare in scia. Il tracciato è caratterizzato dalla lunga ascesa al passo Tre Croci, le cui pendenze sono tuttavia molto dolci e quasi impercettibili per i primi 15 chilometri per poi diventare più impegnative: altri 5 chilometri con pendenze intorno al 5-6% e infine gli ultimi 6 chilometri con una media del 10% circa e punte massime intorno al 12%.

Infine la corsa a piedi, con un giro unico di 10 chilometri che si snoda lungo il torrente Boite di Cortina d’Ampezzo. Il percorso è tecnicamente molto impegnativo essendo caratterizzato da continui sali e scendi, alcuni dei quali con pendenze davvero significative. La frazione si sviluppa su un terreno principalmente di asfalto e di terra: i primi 2 chilometri di asfalto per arrivare al Lago Pianozes oltre il quale inizia un tracciato all’interno del bosco su strada sterrata fino al ponte di Socol. Dal quinto chilometro si tornerà a salire verso Cortina d'Ampezzo attraversando Zuel, sotto il trampolino Olimpico.

Triathlon running

I servizi per gli atleti. Per tutti gli atleti è previsto un servizio transfer, effettuato tramite autobus, da Cortina d'Ampezzo ad Auronzo via Passo Tre Croci nella mattinata di domenica 27 luglio, nella fascia oraria 8.30-10.00. I pullman avranno una capienza di 50 posti ciascuno e partiranno non appena avranno saturato la capienza massima, non sono previste partenze ad orari prestabiliti. Il trasferimento ha una durata indicativa di 60 minuti e non contempla il trasporto delle biciclette. Per gli accompagnatori è previsto anche un servizio per la tratta inversa, da Auronzo a Cortina d'Ampezzo, passando da Pieve di Cadore. Ogni atleta può acquistare il transfer di ritorno per non più di un accompagnatore.

Chiusura strade domenica 27 luglio 2014
La chiusura totale della circolazione interesserà la S.R. 48 in entrambi i sensi di marcia da Auronzo di Cadore (Via Zardus) a Cortina d’Ampezzo (Viale Marconi) dalle ore 12 alle ore 15.30. Inoltre a Cortina d’Ampezzo, ci sarà la sospensione della circolazione sulla S.S. 51 in corrispondenza dell’intersezione tra via Marconi e Via Cantore.

Foto: Federaziona Italiana Triathlon, tratte dal sito Dolomiti Triathlon