Select Page

Sui monti d'Alpago si corre nel rispetto dell'ambiente. I partecipanti alla prima Eecomatahon sono pronti a muoversi nell'ambiente, rispettandolo, senza gettare rifiuti e lasciare tracce indelebili, quasi a dire che anche la cora e lo sporto in generale devono fare la loro parte nella diffusione di modelli di sviluppo sostenibili.

Mauro Vuerich, presidente del comitato organizzatore dell’Alpago Ecomarathon (Belluno), evidenzia il carattere “eco” della corsa che toccherà tutti i comuni della Conca bellunese domenica 17 giugno. "La sensibilizzazione ha regole precise: i maratoneti sono i primi testimonial e per chi non rispetta la filosofia della corsa, gettando un rifiuto per terra lungo il circuito, c’è la squalifica. In questo modo l’Alpago Ecomarathon aderisce alla campagnanazionale “Io non getto i miei rifiuti”.

In questi giorni, intanto, i volontari stanno completando il posizionamento dei segnavia lungo i 42.195 metri di percorso e gli iscritti hanno raggiunto quota 200 a una decina di giorni dallo start. E’ possibile iscriversi all’ecomaratona e alla staffetta2×21 direttamente tramite il sitoweb www.alpagoecomarathon.it dove si trovano tutte le informazioni utili sull’edizione 2012.

L’evento è organizzato da Proloco di Pieve e Puos d’Alpago, alpini, ezione Cai, Soccorso alpino, Radio Club Zanon, Avis, Eva Alpago, Us Cornei, con il patrocinio di Comunità montana e cinque Comuni.