Select Page

La diga di Pieve di Cadore (BL) è l'unica struttura ENEL, in tutta Italia, in cui l'intera parete centrale è stata attrezzata con  itinerari per l'arrampicata sportiva, con difficoltà facili e medie. Uno specifico settore è dedicato ai bambini e in un prossimo futuro è in programma la realizzazione di un parco attrezzato, per tutto quello che riguarda le attività sospese con una buona dose di .. adrenalina! Ma ora è il momento della Festa dell'arrampicata edizione 2008.

In  Trentino, precisamente a Daone, una struttura simile a quella di Pieve di Cadore è attrezzata per ospitare delle gare di arrampicata di interesse mondiale. A Pieve l'iniziativa è stata avviata nel 2002 grazie all'interessamento dell'amministrazione Comunale di Pieve di Cadore nei confronti dell'ENEL e con la collaborazione tecnica ed organizzativa dello storico Gruppo Ragni.
Una prima esibizione di salita su dei sassi resinati lungo i 55 metri della diga è stata svolta nell'agosto di quell'anno e, considerato il notevole ritorno di interesse e curiosità, nel 2003 si decise di dare inizio al 1° Dam Climbing, gara a coppie con forte componente alpinistica e meno freeclimbing. Una prova a tempo con sosta intermedia e tiri alterni, lungo 3 coppie di itinerari con identiche caratteristiche tecniche.

Le edizioni successive vennero impostate sempre sulla gara a coppie, inserendo poi altre attività dallo Spid dam individuale (gara di velocità con sicura dall'alto) alla struttura di Total Dry in legno, per la salita con le picozze.

Sabato 2 agosto 2008 si terrà sulla diga di Pieve la tradizionale Festa dell'arrampicata,  con la gara per i più piccini denominata Memorial Luca De Gerone (amico e appassionato della montagna di Calalzo di Cadore mancato a causa di un incidente di scialpinismo): un appuntamento che richiama centinaia di bambini dai 4 anni ai 16 .

Quest'anno, alla 6a edizione, è stata cambiata la formula: si mantengono le stesse attività ma verrà data priorità ai bambini e alle famiglie, per favorire un sano divertimento con un minimo di competizione (con uno spazio garantito anche a coloro che vogliono provare le varie attivita in completa sicurezza).
Il Gruppo Ragni le Guide Alpine e il Soccorso Alpino saranno a completa disposizione di tutti coloro che vorranno divertirsi arrampicando e, perchè no, anche scendendo con la carrucola  su di una fune d'acciaio; si potrà anche provare l'ebbrezza di una calata in corda doppia da una' altezza di 55 m.

Sul bellissimo prato alla base della struttura sarà allestito uno stand gastronomico per tutto il giorno e la sera verrà proposta musica dal vivo. Per coloro che non vogliono scendere a piedi sarà disponibile un servizio navetta dal piazzale Martiri della Libertà di Pieve.

Per l'oganizzazine si ringrazia l'ENEL – il Comune di Pieve di Cadore – Comune di Calalzo di Cadore – Il Gruppo Ragni – la Look Occhiali – Asport – Cassa Rurale di Cortina d'Ampezzo – Assicurazione Cattolica -Costa Bandiere -la Viking – e  i rifugi alpini del Cadore.