Select Page

Si è concluso il VI concorso fotografico realizzato da Fondation Grand Paradis, denominato “Metamorfosi della Natura”, che invitava i partecipanti a proporre fotografie di particolarità naturali che ingannano l’occhio e sembrano volti, profili o animali fantastici.

Al concorso, aperto a professionisti e dilettanti, hanno partecipato appassionati da tutta Italia, inviando fotografie scattate negli ambienti più suggestivi di tutto il mondo: dalla Bosnia alla Germania, dagli Stati Uniti all’Islanda.

La giuria del concorso ha assegnato il primo premio a La fatina di Gabriele Martis con la seguente motivazione: «per la composizione perfettamente bilanciata che crea un forte impatto emotivo pur mantenendo una grande leggerezza, per lo sguardo attento capace di cogliere e mettere in risalto un piccolo dettaglio inusuale».

Si è aggiudicato il secondo posto La Sfinge di Ismaele Benati, premiato «per la capacità di cogliere il giusto momento e la giusta luce che hanno permesso all’ombra di creare movimento, dando l’impressione che la Sfinge si volti per nascondersi all’osservatore».

Terzo classificato è Nicola Grande con Le labbra, «per aver proposto un soggetto non banale e non immediatamente riconoscibile. Per un occhio acuto la forma è completata dal riflesso, ed il tutto è messo in risalto dall’abbinamento dei colori complementari blu e arancione ».

La premiazione e la proiezione delle foto vincitrici si terrà mercoledì 28 agosto alle ore 21.00 presso la Maison de la Grivola di Cogne nel corso della XVII edizione del Gran Paradiso Film Festival – Trofeo Stambecco d’Oro. Gli autori avranno così l’occasione di presentare i loro migliori scatti offrendo al pubblico del Festival uno spaccato sulla fotografia naturalistica.

Share This