Select Page

Nel segno dell’internazionalità, prosegue il cammino di una delle più blasonate e gradite classiche del panorama granfondistico. Oltre all’Italia, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Macedonia, Polonia, Rep. Ceca, San Marino, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera Thailandia, Ungheria, USA, Venezuela e Olanda (quest’ultima con ben 241 atleti!) sono state le nazioni rappresentate tra i 3.000 iscritti che hanno preso parte alla scorsa edizione.

Iscrizioni
Le iscrizioni sono ufficialmente aperte e si ricevono fino alle ore 20.00 di sabato 19 giugno 2010 e anche on line sul sito www.championchip.it. La quota d’iscrizione di 40,00 euro comprende il pacco gara, ristori, docce, pasta party, assistenza meccanica (anche il sabato) e sanitaria e sarà in parte devoluta in beneficenza alla “Fondazione Marco Pantani onlus”;

Per motivi si sicurezza e logistici, le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di n. 3.000 partecipanti. Ogni dieci iscrizioni cumulative una sarà omaggiata.

I percorsi
Confermati i percorsi Granfondo e Mediofondo, rispettivamente di 172 e 152 km con dislivelli di 4.500 e 3.500 metri, entrambi caratterizzati dalle “mitiche” ascese di Gavia e Mortirolo (dal versante di Mazzo), con l’aggiunta per il percorso lungo, dell’ultima ascesa del Santa Cristina prima del traguardo finale.

La novità introdotta nel 2009 con la variazione del percorso Fondo ha avuto molto successo, con ulteriore quindi motivazione di conferma anche in tal senso. Vittorio Mevio ha voluto incentivare la partecipazione anche di coloro che non se la sentono di affrontare le impegnative salite di Gavia e Mortirolo, studiando appositamente un tracciato in grado di far divertire e di trasmettere comunque forti emozioni. 85 i chilometri con un dislivello di 1.850 metri.

Da segnalare che quest’anno, i partecipanti alla Pantani, potranno sentirsi, come in altri anni, anch’essi “girini”, dal momento che il prossimo Giro d’Italia prevederà nel corso della 19a la scalata del Santa Cristina e del Mortirolo (con arrivo di tappa in Aprica) e del Gavia nel corso della 20° tappa Bormio-Ponte di Legno.