Select Page

La graduale eliminazione di sostanze chimiche e di composti polifluorurati (PFC) nei prodotti idrorepellenti fa parte dell’impegno a favore della sostenibilità ambientale Mammut WE CARE. I PFC sono utilizzati per rendere più duraturi i materiai idrorepellenti (DWR), in particolare il tessuto esterno dell’attrezzatura per la pioggia. Sfortunatamente, questi tessuti si decompongono molto lentamente. Per questa ragione, la divisione Ricerca e Sviluppo di Mammut sta studiando soluzioni che per garantire l’alta prestazione dei suoi prodotti, riducendo allo stesso tempo l’impatto ambientale. Il marchio svizzero per l’outdoor ha intrapreso questa strada anni fa e, dopo aver pubblicato la sua politica PFC a dicembre 2016, Mammut ha ulteriormente incrementato i suoi sforzi, partecipando a un progetto di ricerca nel 2017 e compiendo diversi test nel 2018.

Qual è l’impegno di MAMMUT? Mammut investe nella ricerca di soluzioni alternative al PFC, partecipando al progetto di ricerca POPFREE avviato dall’Istituto di ricerca svedese (RISE). Il progetto non solo analizza l’impatto dei PFC sull’ambiente ma anche quello delle sue possibili alternative. Mammut cerca di ottenere più informazioni possibili dagli studi e dalle analisi che compie, anche avvalendosi della collaborazione con altri marchi e partner, nonché con aziende di settori in cui i PFC sono ampiamente utilizzati, come la cera per sci o la pellicola per la conservazione degli alimenti. Oltre ad avere l’opportunità di imparare gli uni dagli altri, questa interazione contribuisce alla creazione di un’unica voce forte che chiede all’unisono un cambiamento.

Inoltre, durante 200 ore in laboratorio, Mammut ha condotto oltre 400 test su 120 diversi tessuti per tutte le categorie di prodotti (utilizzando il test Bundesmann). Nei test erano disponibili anche diverse alternative prive di PFC. Il risultato principale è stato capire che ci sono numerosi fattori che influenzano la performance, oltre ai prodotti chimici: la lavorazione del tessuto, il processo di produzione e la modalità di l’utilizzo da parte del consumatore. Condividendo questa visione, Mammut supporta i suoi fornitori durante il loro processo di produzione.

L’obiettivo di Mammut è produrre solo prodotti PFC free entro il 2025. Il brand sta inoltre compiendo un passo importante in questa direzione con la sua collezione Primavera / Estate 2020, in particolare nel settore dei prodotti hardware. Ad esempio, nella nuova collezione, il 65% di tutti i sacchi a pelo è privo di PFC (2019: 35%) e nell’area relativa a zaini, borse e imbracature, è aumentata la percentuale di prodotti senza tessuti realizzati con una base di PFC, dal 26 % della collezione dell’anno precedente al 47%.

Avere un processo produttivo dell’intera collezione responsabile è un’alta priorità di Mammut: alcuni prodotti della collezione SS20 si concentrano specificatamente sulla sostenibilità, come la giacca Albula HS, i sacchetti Comfort e Sender Chalk, Kento Guide High o Massone Caps.