Select Page

La medicina di montagna si ritrova a Viterbo, Hotel Salus e delle Terme, il 23 e 24 ottobre, per il convegno “Progressi in medicina di montagna”, organizzato dalla Società Italiana di Medicina di Montagna con il supporto del Cai di Viterbo, del Comune e dell’Ordine dei Medici di Viterbo e il sostegno della commissione medica del Cai.

Si comincia il 23 ottobre alle 15.15 all’hotel Terme Salus, con la lettura inaugurale “Storia della medicina di montagna” di Paolo Cerretelli. Dalle 16 alle 18 è in programma la sessione di ematologia con relazioni di Guglielmo Antonutto, Gaetano Cairo,  Giuseppe d’Onofrio e Claudio Marconi.
Alle 19,15 in una sessione aperta al pubblico, Giovan Battista Laurenti relaziona su allenamento e altitudine e alle 20 Enrico Donegani, presidente della Commissione centrale medica del Cai, presenta il nuovo manuale di Medicina di Montagna.

Il 24 ottobre dalle 8,30 alle 10,30 si parla di sonno e respirazione in alta quota con le relazioni di Corrado Angelini, Camillo Di Giulio, Alberto Braghiroli, Giuseppe Insalaco. Al termine della sessione Maria Di Paola presenta i risultati delle risonanze magnetiche nucleari encefaliche in alpinisti d’alta quota. Concluderanno i lavori  alcune comunicazioni libere.

Sono stati richiesti i crediti formativi per medici e infermieri professionali, a numero chiuso.

L’iscrizione al congresso è gratuita ma obbligatoria e deve pervenire alla segreteria organizzativa entro il 15 ottobre (scarica la scheda di registrazione).