Select Page

Marcialonga di Fiemme e Fassa accelera il passo verso la 40.a edizione del prossimo 27 gennaio. Il conto alla rovescia oggi (giovedì 8 novembre 2012) annuncia -79 giorni, poche settimane insomma, durante le quali i tecnici di Marcialonga si stanno preparando all’arrivo del freddo e ovviamente della neve.

Non c’è, come in quasi tutti gli eventi sportivi, lo stress pre gara per iscriversi. Le adesioni sono state chiuse con grande anticipo, sono 7.500 i fondisti che si schiereranno allo start di Moena domenica 27 gennaio, determinati a percorrere sui binari quei 70 km che attraversano la Val di Fassa e la Val di Fiemme fino al traguardo di Cavalese, con circa 500 atleti impegnati nella versione di 45 Km, la Marcialonga Light, con arrivo a Predazzo e quest’anno, per festeggiare gli otto lustri, in pieno centro.

L’evento più caratteristico di questo 40° anniversario è la Marcialonga Story, in programma il giorno precedente la Marcialonga, sabato 26. Sarà un vero e proprio revival dello sci di fondo, celebrando le glorie del passato, perché sugli 11 km dal Centro del Fondo di Lago di Tesero al centro di Predazzo ci saranno fondisti vestiti in stile vintage ed in gara solo con attrezzature vecchio stile, tutte ante 1976.

La Marcialonga sarà valida, come sempre, come prova della FIS Marathon Cup, la Coppa del Mondo delle lunghe distanze. Anche se gli atleti top che gareggiano proprio per la FIS Marathon Cup possono iscriversi fino all’ultimo, c’è già un nutrito elenco di top-skiers che secondo i pronostici andranno a monopolizzare le prime posizioni. Ci sono tutti i vincitori della Marcialonga dal 2003 ad oggi, ad esclusione di Rezac, occhi puntati dunque sui norvegesi Joergen e Anders Aukland, Jens Arne Svartedal, Simen Oestensen, sugli svedesi Oskar Svaerd, Jerry Ahrlin, Joergen Brink, Mathias Fredriksson, Jimmie Johnsson. Quest’anno c’è anche Per Elofsson, tre volte campione del mondo, bronzo in staffetta a Fiemme 2003 e nella pursuit alle Olimpiadi di Salt Lake, il quale si è iscritto come un normalissimo fondista.

Aspettando il 40° anniversario della Marcialonga c’è anche un’altra importante iniziativa, si tratta di “Ski Past: storie nordiche in Fiemme e nel mondo”, allestita presso Le Gallerie di Piedicastello a Trento dalla Fondazione Museo Storico del Trentino. L’esposizione ripercorre le tappe fondamentali della storia dello sci, dalle origini fino alle glorie più recenti.