Select Page

Conservate con amore millenario dalla Magnifica Comunità di Fiemme, le foreste al cospetto delle Dolomiti trentine sono dominate dall’abete rosso, pianta utilizzata quale materia prima dai liutai dei grandi maestri del '600 e '700, quali Stradivari, Guarnieri e Amati. Per onorare gli alberi della musica, la Val di Fiemme ospita, ogni estate, la cerimonia del “Bosco che Suona”, evento nel corso del quale i musicisti di fama internazionale che partecipano alla rassegna “I Suoni delle Dolomiti” sono chiamati a scegliere l’abete di risonanza che per sempre porterà il loro nome. In questo tempio della musica a cielo aperto sono già 15 gli abeti che portano nomi “risonanti”, da Uto Ughi, a Giovanni Allevi, da Daniel Hope a Uri Caine.

Per le sue straordinarie caratteristiche meccanico-acustiche, studiate e testate ai tempi nostri da molte università e laboratori di ricerca, l’abete rosso di risonanza è tuttora ricercato e impiegato per la costruzione di tavole armoniche per strumenti a corda quali organi, pianoforti, violini e altri, che suonano in tutto il mondo.

La stagione estiva è alle porte e in Val di Fiemme tutto è ormai pronto per una nuova edizione della rassegna musicale “I Suoni delle Dolomiti”, ciclo di concerti all’insegna della libertà e della naturalità in luoghi di straordinaria suggestione dove la musica viene proposta in piena sintonia con l’ambiente circostante. Una perfetta miscellanea di arte, ambiente e cultura.
Al Festival partecipano musicisti di fama internazionale, artisti e amanti della montagna che, nel rispetto dell’ambiente, si uniscono al pubblico e raggiungono a piedi i luoghi dei concerti, con lo strumento in spalla: un vero e proprio cammino verso l’arte e la natura.

In Val di Fiemme, per l'occasione, è stato organizzato anche un servizio di accompagnamento, che permette al pubblico di effettuare un'escursione guidata per raggiungere la zona del concerto (prenotando la guida alpina al numero (+39) 348 8271988). Sono previste anche uscite di nordic walking accompagnati da un istruttore. Se per il maltempo i musicisti non raggiungono il luogo previsto, ogni evento viene recuperato lo stesso giorno in valle. La partecipazione è libera e gratuita.

Il calendario dei concerti:

  • 20 giugno 2010 – h 11 Rifugi del Trentino
    Val di Fiemme, Monzoni – Bocche, Rifugio Lusia
    CORO NEGRITELLA DI PREDAZZO
  • 8 luglio 2010 – Val di Fiemme, Latemar
    14 h Passo di Lavazè
    SPIRA MIRABILIS
  • 15 luglio 2010 – Val di Fiemme, Monzoni-Bocche
    14 h Paneveggio, Carigole
    EZIO BOSSO BUXUSCONSORT
  • 24 luglio 2010 – L’Alba delle Dolomiti
    Passo Rolle, Pale di San Martino
    6 h Monte Castellazzo
    MARIO BRUNELLO
  • 28 luglio 2010 – Val di Fiemme, Alpe di Pampeago
    14 h Buse de Tresca, STEVEN BERNSTEIN, PAOLO FRESU
    GIANLUCA PETRELLA, MARCUS ROJAS
  • 3 agosto 2010 – Val di Fiemme, Lagorai
    14 h Alpe Cermis, Laghi di Bombasèl
    SESTETTO STRADIVARI

Articolo pubbliredazionale