Select Page

L’Osservatorio sul sistema montagna “Laurent Ferretti” della Fondazione Courmayeur, unitamente all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta, organizzano l’annuale appuntamento di architettura.

Il titolo della giornata di lavoro, che si svolgerà nella località di Pollein, presso il centro congressuale Grand Place,  sabato 16 ottobre 2010, è: "Architettura e turismo. Strutture ricettive e servizi"

Nell’immaginario del cittadino inurbato la montagna si caratterizza per i suoi luoghi dell’ospitalità. Al termine di un percorso ci si aspetta di essere accolti in un ambiente caldo e confortevole, sia esso un rifugio d’alta montagna, un ospizio su un colle, un punto di ristoro sulle piste di sci, …. Ingredienti di quella che potremmo sinteticamente definire "offerta turistica".

Secondo Walter Meister, Presidente dell’Unione albergatori altoatesina “Il turismo non è soltanto vitto ed alloggio, ma ben di più. Il turismo è tutto ciò che gli ospiti vivono, vedono, sentono ed osservano nella meta della loro vacanza.” In questo quadro è evidente che anche l’architettura della struttura ricettiva ha la sua importanza.

Ne derivano due aspetti: la relazione tra le nuove strutture e le preesistenze e l’aspetto dei nuovi edifici. È la riproposizione del tipico dilemma: come accostare il nuovo alle preesistenze? Non si deve aver timore di proporre soluzioni contemporanee che siano coordinate con le strutture già esistenti. “Numerosi studi confermano che l’architettura contemporanea attira nuove categorie di turisti e si trasforma in un fattore di marketing rilevante…”

Il Convegno vuole illustrare le possibilità offerte dall’evoluzione dell’architettura alberghiera nell’individuare nuove soluzioni che possano essere mutuate in altri contesti e costituire un esempio di “buone pratiche”il programma.