Select Page

Chris Sharma, fin da piccolo, sognava di poter arrampicare, ma mai avrebbe pensato di diventare uno dei più forti climbers al mondo. Ce l’ha fatta e il prossimo 5 e 6 giugno ad Arco (TN), il climber californiano sarà ospite ad Arco della 9.a edizione di Rock Junior – European Youth Climbing Days, la maggior rassegna giovanile europea di arrampicata, per ragazzi dai 5 ai 13 anni.

Cresciuto in California, Sharma ha iniziato ad arrampicare per gioco all’età di 12 anni e da allora non si è mai più fermato, spingendosi sempre oltre, alla ricerca continua di nuove ed elettrizzanti sfide. A sedici anni le maggiori riviste del settore l’avevano ormai etichettato come “Il più grande climber americano di sempre, The King”. Colui che nel 2000 e 2001 portava a termine due imprese uniche, due dei maggiori “problemi” al mondo, Mandala in California e Realization in Francia. Lo scorso anno, alla vigilia di Rock Master, Sharma ha ricevuto anche il prestigioso “Salewa Rock Award”.

“Arrampicare è qualcosa di molto personale ed è difficile fare dei paragoni tra le esperienze che diverse persone vivono in parete. L’obiettivo è sempre quello di oltrepassare i limiti propri, non certo quelli altrui.” Anche per questo motivo Chris Sharma, con la sua filosofia di sfida continua per mettere alla prova le proprie capacità, è stato scelto come testimonial di “Sector No Limits”, partner ufficiale del Campionato del Mondo di Arrampicata – IFSC Climbing World Championship – del luglio 2011 – e dei premondiali del prossimo 17-18 luglio, entrambi in programma sulle pareti del Climbing Stadium di Arco.

All’universo giovanile Chris Sharma è legato da anni, visto che collabora con alcuni campus estivi di arrampicata sportiva in California, dove da una parte insegna le tecniche della disciplina, ma dall’altra incoraggia i giovani di ogni età a vivere al massimo, e ognuno a modo proprio, l’esperienza climbing. Anche in Spagna, dove oggi l’atleta americano vive, Sharma intende creare dei campus di arrampicata per ragazzi di tutto il mondo, dove ci si diverta e dove si impari a rispettare l’ambiente e se stessi.

Filosofia, questa, che anche Rock Junior intende “insegnare” ai mini climbers che si avvicinano al mondo dell’arrampicata. E lo fa giocando, con staffette in parete tra genitori e figli (“Family Rock”), lezioni a tema sulle rocce e sulla sicurezza in montagna (“Climbing Campus”) e prove di abilità e velocità (“Kid’s Rock), che sabato 5 e domenica 6 giugno prossimi animeranno il Climbing Stadium di Arco.

Oltre al “gioco”, all’interno di Rock Junior ci sarà spazio per una vera competizione di livello internazionale, ovvero la Coppa Europa Under 14 con i “nazionali” europei chiamati a confrontarsi nelle discipline speed, boulder e lead.

L’organizzazione della 9.a edizione di Rock Junior è come sempre curata dall’Asd Rock Master di Arco, in collaborazione con la Società Sportiva “Arco Climbing” e con il patrocinio della FASI (Federazione Arrampicata Sportiva Italiana).