Select Page

I titoli assoluti italiani 2020 di corsa in montagna sono stati assegnati durante il fine settimana della Stellina Race, in Valle di Susa (TO).

In campo femminile vittoria di Gaia Colli (Atl. Valle Brembana), prima anche nella classifica u23. Seconda piazza per Alessia Scaini; terza classificata la favorita della vigilia, Elisa Sortini.

“Sono felicissimale parole di Gaia Colli al traguardo -, non me l’aspettavo davvero. Sono partita tranquilla perché sapevo che la gara era dura. Inoltre avevo appena finito l’altura a Sestriere, non sapevo come avrei reagito essendo scesa solo ieri. A metà gara però ho visto che stavo ancora troppo bene per i miei standard e quindi ho deciso di allungare. Proseguendo ho visto davanti la Sortini che era partita più forte, l’ho ripresa e sono andata via con il mio passo, cercando di tenerlo sino alla fine. Quando sono arrivata sul traguardo non ci credevo!” (fonte: www.stellinarace.it)


Foto credits Damiano Benedetto

Tra gli uomini successo appannaggio di Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe), con Daniel Pattis (ASD Suedtirol Team Club) primo tra gli u23. Medaglia d’argento appannaggio di Martin Dematteis. Sul terzo gradino del podio sale il transalpino Henri Aymonod.

Cesare Maestri al termine. “E’ andata benissimo, devo essere sincero, questa volta davvero non me l’aspettavo di vincere perché questa gara non è mai andata bene, l’avevo già fatta due volte. Al Fletta Trail, ho preso una bella lezione: mi aspettavo di andare forte ma sapevo di non essermi allenato molto bene quest’anno ed ero poco motivato e così sono saltato. Mi è servito per svegliarmi però. Ho lavorato bene due settimane, poi mi sono rilassato una settimana al mare. Qui sono arrivato ieri ed ero deciso a giocare le mie carte. Sapevo di dover tener d’occhio Puppi e Cachard e infatti siamo andati avanti subito noi tre insieme. Poi Francesco è andato in crisi, io sono andato avanti con Sylvain fino a metà gara, fino a quando sono riuscito a staccarlo. Sono contento di essere riuscito a bissare il titolo dello scorso anno, una bella doppietta. Per i prossimi appuntamenti io ci sono, vediamo cosa succederà nel calendario internazionale.”(fonte: www.stellinarace.it)


Foto credits Damiano Benedetto

Susa, Mompantero, Venaus e Novalesa sono stati i comuni della Provincia di Torino che hanno fatto da cornice al Campionato Italiano di Corsa in Montagna. Fatto eccezionale nella storia della disciplina, è stata un’unica prova ad assegnare i titoli tricolori assoluti e giovanili: la causa, ovviamente, il COVID-19 che ha completamente rivoluzionato il calendario agonistico.

Test scarpe La Sportiva Jackal: dopo 100 km di prova sulle Alpi, vi diciamo perchè acquistarle

Test scarpe Under Armour HOVR Summit: versatili, per avventure alpine e urban

Test scarpe Mizuno Wave Mujin 6: extra grip per corse long distance

Share This