Select Page

Combattute gare a Lago di Tesero nella seconda giornata dello Skiri Trophy. SC Alpi Marittime sugli scudi soprattutto con Luna Forneris e Carlotta Gautero. Nicolò Calzà difende l’onore di casa, bis di Pozzi figlio d’arte. Va in archivio la 38.a edizione con un nuovo successo.

Risultati 23.01.2022

Cronaca giornata 23.01.2022

“Più dura è la battaglia, più dolce è la vittoria” scrisse Les Brown. E oggi a Lago di Tesero in Val di Fiemme nessuno degli “scoiattolini” si è tirato indietro. Luna Forneris, Nicolò Calzà (U14), Carotta Gautero e Federico Pozzi (U16) il motto di De Coubertain ‘l’importante è partecipare’ proprio non lo considerano. Sono loro, e con entusiasmo, i vincitori delle quattro gare di oggi del 38° Skiri Trophy XCountry, il “mundialito” dello sci di fondo, proposto ed organizzato dal GS Castello.

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

Calzà Nicolò Barale – foto credits Newspower.it Trento

Ai nastri di partenza sono scattate per prime le 69 “Ragazze” (U14), e già ai primi 600 metri del giro di boa la cuneese Luna Forneris (SC Alpi Marittime) si è messa davanti a condurre le danze, con Elena Paoli ad inseguire e la sua compagna di club Alice Leoni (GS Marzola) a controllare la slovena Ula Kuhar.

Forneris Luna – foto credits Newspower.it Trento

C’era anche il sole ad accogliere la vincitrice Luna Forneris, che ha davvero rischiato di perdere un successo che aveva rincorso fin di primi metri; con un super sprint finale ha staccato di soli 5/100 la trentina Alice Leoni, la quale ha invertito la posizione con Elena Paoli. La vincitrice ai microfoni sorride e per lei buona la terza, dopo aver partecipato già due volte in passato allo Skiri Trophy XCountry, oggi è soddisfatta di aver portato a casa la prima vittoria a Lago di Tesero.Sulle note di ‘Joy of Moving’ by Kinder, storico partner del Trofeo, sono partiti i “Ragazzi”. Per loro 5 km da affrontare e tutti impegnativi, su una delle piste di fondo più dure ed ambite al mondo. Al km 2.4 ha iniziato a prendere velocità un terzetto con Giacomo Barale (SC Valle Stura), il croato Matija Timac e lo sloveno Azbe Ticar. Dietro, dalla settima posizione sgomitava e si faceva largo Nicolò Calzà (SC Ledrense), il quale fino ad allora si nascondeva nella pancia del gruppo. Con un poderoso allungo il trentino Calzà beffava tutti dopo aver dosato bene le forze e riusciva nell’intento di farsi “incoronare” da Nicoletta Nones. Al traguardo con un cenno di soddisfazione ha concluso secondo il cuneese Barale, mentre il croato Boris Stefancic vinceva il personale confronto col connazionale Timac per il terzo posto.

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

Gautero Carlotta – foto credits Newspower.it Trento

Subito dopo è toccato alla categoria Allievi al femminile: fin dai primi metri la cuneese Carlotta Gautero (SC Alpi Marittime) ha messo il turbo, seguita a distanza dalla compagna di squadra Fabiola Miraglio Mellano e da Aurora Giraudo dello Sci Club Valle Stura. Al secondo passaggio transitava in solitaria Gautero con 15” su Anastasia Morandini dell’A.S. Cauriol, Aurora Giraudo e Matilde Giordano. Grazie anche agli sci particolarmente performanti, Gautero ha incrementato ulteriormente il vantaggio sull’ultima discesa e il pubblico all’arrivo ha applaudito la magnifica impresa dell’atleta cuneese con una vittoria in solitaria. A 23” ha concluso la compagna di squadra Giordano e ha completato il podio la trentina Anastasia Morandini.

Per la Gautero si tratta della seconda vittoria, nel 2020 ha trionfato fra le Ragazze e incontenibile nella felicità all’arrivo ha abbracciato una ad una le compagne dello SC Alpi Marittime, club che ha vissuto una giornata davvero da incorniciare.

Pozzi Federico – foto credits Newspower.it Trento

Infine sono partiti gli U16 sul percorso di 6.8 km. Partenza rapida e nelle prime posizioni si sono trovati subito a dettare il ritmo il livignasco Niccolò Bianchi ed il valtellinese Federico Pozzi, bravi a staccare tutti gli avversari, inseguiti a distanza dallo spagnolo Peio Anarbe e da Edoardo Forneris. Al km 3.1 Bianchi e Pozzi hanno tentato la fuga, mentre Forneris, Romano e Pinzani provavano invano a ricucire il gap. Pozzi nell’ultima discesa ha sfruttato la scia di Bianchi e con un allungo sul dosso che anticipa la dirittura finale ha messo al sicuro il successo, chiudendo a 7” su Bianchi, quindi terzo il cuneese Alessio Romano. Pozzi ha già vinto nel 2016 la categoria Baby e si può ben dire che buon sangue non mente: il papà Maurizio nel 1996, non lontano dalla pista di Lago di Tesero, conquistava la 23a edizione della mitica Marcialonga!

Tra le società predominio dello SC Alpi Marittime su SC Alta Valtellina e SC Valle Stura.

In chiusura di giornata non c’è stata la classica e sempre molto frequentata sfilata, nè la suntuosa premiazione a Castello di Fiemme. Le norme anti Covid non lo hanno consentito, dunque premiazione sul campo, un lungo e corale applauso ed un grazie ai tanti volontari del GS Castello, ma soprattutto l’arrivederci al prossimo anno e, si spera, in totale libertà. La coordinatrice Nicoletta Nones conferma: ci saremo anche nel 2023!

22.01.2022 – Prima giornata del ‘mini mondiale’ per i piccoli fondisti a Lago di Tesero. Tra i Baby successo di Sagmeister e Trettel, fra i Cuccioli primi Carletto e Gaole. Nel Revival torna a vincere il trentino Conti, al femminile vittoria per Gismondi. Domenica 23 gennaio 2022, le gare delle categorie Ragazzi e Allievi.

Risultati 22.01.2022:

Sagmeister Maria S.C. Sesvenna Volksbank – foto credits Newspower.it Trento

“Ready, set, go!” Alle 14.30 lo storico speaker dello Skiri Trophy XCountry, Mario Broll, ha lanciato i primi giovanissimi della 38.a edizione di quello che unanimemente è considerato il ‘mundialito’ dello sci di fondo giovanile.

I baby, o Under 10 come si usa chiamarli adesso, hanno monopolizzato l’attenzione sulle piste di Lago di Tesero, in Val di Fiemme, poi è toccato agli U12 (Cuccioli) e quindi agli “ex” nel “Revival”. A proporre l’evento il GS Castello supportato dagli impareggiabili volontari, con numeri leggermente ridotti a causa della situazione che affligge non solo l’Italia ma anche i Paesi limitrofi da sempre coinvolti dallo Skiri Trophy.

In una giornata di sole si sono dati battaglia per prime le più piccoline (Baby) sul percorso di 1.5 km, una gara tutta al comando per la vincitrice di oggi, Maria Sagmeister dello Sci Club Sesvenna Volksbank di Malles (BZ), su Viola Vittoria Venturini della Polisportiva Valmalenco e Gaia Debertolis dell’U.S. Primiero. Se la vittoria al femminile è andata ad una altoatesina, la gara maschile ha visto il trionfo dell’atleta di casa Davide Trettel dell’U.S. Cermis Masi di Cavalese. Subito erano partiti con un buon ritmo il cuneese Gioele Pellegrino dello Sci Club Alpi Marittime assieme a Raffaele Sosio dello Sci Club Alta Valtellina, rispettivamente secondo e terzo all’arrivo.

Gare più animate tra i Cuccioli, tra le femmine è partita una determinata Elena Carletto dello Sci Club Alpi Marittime che metro dopo metro è riuscita a staccare le avversarie e a giungere in solitaria al traguardo. Dietro a lei le compagne di squadra Cloe Giordani e Giada Grosso hanno poi completato il podio. Tanti i cuccioli che si sono presentati al cancelletto di partenza nella gara maschile, con un paio di cadute capitate proprio dopo lo start, il folto gruppo poi è andato via via ad allungarsi verso il bosco del Centro del Fondo. A mettersi subito in mostra il veronese Thomas Gaole dello Sci Club Orsi Bianchi, Lorenzo Guido dello Sci Club Primaluna Giovanni XXIII e Gabriele Carrara dello Sci Club Val di Sole, ma anche gli stranieri con gli sloveni Klemen Fecur e Drejc Rupnik. Il pubblico ha accolto con un grande applauso lo spettacolare sprint finale tra il veronese Gaole e il lecchese Guido, per un soffio corona d’alloro per il vincitore Gaole su Guido, terzo leggermente staccato il cuneese Tiago Ghibaudo dello Sci Club Valle Stura.

Conti Tiziano e Gismondi Maria – foto credits Newspower.it Trento

Grande successo anche nella gara Revival dedicata agli atleti ormai esperti che in passato hanno già partecipato al trofeo. Sono partiti assieme donne e uomini, al maschile duello tra i trentini Tiziano Conti e Giacomo Varesco. Sulla salita, Conti ha tentato la fuga ma Varesco non ha mollato la presa, alla fine la corona d’alloro è andata al trentino Conti dell’U.S Cornacci su Giacomo Varesco (FFOO) e Samuele Giraudo dell’S:C Valle Stura. Conti non è sconosciuto a Lago di Tesero, nell’albo d’oro dello Skiri Trophy Revival vanta due secondi posti nel 2020 e 2019, una vittoria nel 2018 e un terzo posto nel 2016. Nella gara femminile successo per Maria Gismondi (FFOO), originaria di Roma ma che da alcuni anni vive a Moena e neo campionessa italiana Under 18. Lei si allena spesso su questa pista e ai microfoni ha affermato di essersi divertita anche a seguire oggi le gare dei più piccoli. Martina Ielitro della Polisportiva Le Prese e Maddalena Somà hanno completato poi il podio.

I fuochi d’artificio hanno concluso questa prima giornata di sport a Lago di Tesero, domani mattina scenderanno in pista i più grandicelli con le gare dedicate ai Ragazzi e Allievi, in Val di Fiemme non ci si ferma mai!

Baby maschile
1. Trettel Davide U.S. Cermis Masi Cavalese 4.20,3; 2. Pellegrino Gioele S.C. Alpi Marittime 4.24,9; 3. Sosio Raffaele S.C. Alta Valtellina 4.34,6; 4. Occelli Tommaso S.C. Valle Stura 4.34,7; 5. Coletti Fabio S.C. Alta Valtellina 4.35,2; 6. Moro Matteo Polisportiva Timau Cleulis 4.40,1; 7. Combi Mattia S.C. Primaluna Giovanni Xxiii 4.40,5; 8. Martinelli Davide Asd Sporting Club Livigno 4.41,8; 9. Campara Lorenzo S.C. Orsi Bianchi 4.42,5; 10. Bastrenta Nadir S.C. Gressoney Monte Rosa 4.43,5

Baby femminile
1. Sagmeister Maria S.C. Sesvenna Volksbank 4.25,7; 2. Venturini Viola Vittoria A.S.D. Polisportiva Valmalenco 4.42,8; 3. Debertolis Gaia U.S. Primiero A.S.D. 4.46,5; 4. Tazzioli Alice S.C. Piandelagotti 5.02,3; 5. Bionaz Sophie G.S. Godioz 5.08,2; 6. Lucia Maria Canteri S.C. Bosco 5.08,3; 7. Corbellari Maria S.C. Orsi Bianchi 5.16,2; 8. Nizzi Martina A.S.D. Olimpic Lama 5.19,8; 9. Seber Fabiola G.S. Castello 5.21,0; 10. Naglic Franka Ski Association Pgz 5.21,1

Cuccioli maschile
1. Gaole Thomas S.C. Orsi Bianchi 9.06,5; 2. Guido Lorenzo S.C. Primaluna Giovanni XXIII 9.08,7; 3. Ghibaudo Tiago S.C. Valle Stura 9.14,3; 4. Fecur Klemen Tsk Valkarton Logatec 9.14,8; 5. Colpi Stefano U.S. Dolomitica 9.15,0; 6. Carrara Gabriele S.C. Val Di Sole 9.17,4; 7. Grigi Davide S.C. Primaluna Giovanni XXIII 9.31,0; 8. Dellagiacoma Klaus U.S. Dolomitica 9.33,9; 9. Cona Filippo S.C. Bosco 9.36,5; 10. Quaranta Andrea S.C. Alpi Marittime 9.37,0

Cuccioli femminile
1. Carletto Elena S.C. Alpi Marittime 9.17,8; 2. Giordano Cloe S.C. Alpi Marittime 9.38,5; 3. Grosso Giada S.C. Alpi Marittime 9.46,4; 4. Falanelli Nicole A.S.D. Olimpic Lama 9.54,0; 5. Debertolis Heidi U.S. Primiero A.S.D. 10.01,3; 6. Gaparac Lea Ski Association Pgz 10.04,1; 7. Ballario Alice S.C. Alpi Marittime 10.06,4; 8. Crovetti Sofia Sci Club Sant’annapelago 10.15,6; 9. Santaniello Monica Sci Cai Monte Lussari 10.19,7; 10. Andreolli Adele A.S.D. Made2win Trenteam 10.20,2

Trofeo Revival maschile
1. Conti Tiziano U.S. Cornacci 10.13,1; 2. Varesco Giacomo Gruppo Sportivo Fiamme Oro 10.15,7; 3. Giraudo Samuele S.C. Valle Stura 10.33,1; 4. Goss Andrea U.S. Lavaze’ 10.40,7; 5. Demez Silas S.C. Gardena Raiffeisen 10.44,8; 6. Tazzioli Antonio A.S.D. Olimpic Lama 10.45,6; 7. Marcolini Francesco A.S.D. Olimpic Lama 10.49,4; 8. Nones Patrick S.C. Gardena Raiffeisen 10.50,2; 9. Debertolis Ivan G.S. Pavione A.S.D. 10.53,7; 10. Corradini Pietro G.S. Castello 10.55,7

Trofeo Revival femminile
1. Gismondi Maria Gruppo Sportivo Fiamme Oro 11.33,1; 2. Ielitro Martina Polisportiva Le Prese 11.51,7; 3. Somà Maddalena S.C. Valle Pesio 11.55,4; 4. Nani Gemma A.S.D. Polisportiva Valmalenco 12.00,7; 5. Ghiddi Annamaria A.S.D. Sci Fondo Pavullese 12.04,0; 6. Laurent Beatrice Sci Nordico Pragelato A.S.D. 12.17,3; 7. Planker Denise S.C. Gardena Raiffeisen 12.35,7; 8. Brunello Gaia S.C. Gardena Raiffeisen 12.35,8; 9. Lardschneider Miriam S.C. Gardena Raiffeisen 12.44,0; 10. Radu Arina Sci Nordico Pragelato A.S.D. 12.57,5

 

Share This