Select Page

(15.02.05) – La settimana scorsa è stata ricca di appuntamenti per le località delle valli olimpiche che ospiteranno i prossimi Giochi a cinque cerchi. Ha aperto le gare mercoledì 9 e giovedì 10 il biathlon con le prove della 20 km maschile e della 15 km femminile sulla pista di Le Seignes a Cesana Sansicario vinte rispettivamente dal tedesco Michael Greis, ineccepibile al poligono di tiro, e dalla russa Anna Bogaliy, precisa al tiro e veloce sugli sci. Fuori dalla zona punti gli azzurri nel maschile, buona gara invece per l’azzurra Michela Ponza che si è piazzata quattordicesima. Grande assente dalle competizioni preolimpiche il campione norvegese Ole Einar Bioerndalen che agli ultimi Giochi Olimpici si era aggiudicato tutte le medaglie d’oro disponibili e che all’appuntamento di Sansicario ha dato forfait per prepararsi ai Mondiali.



Le gare di biathlon sono continuate con la 10 km sprint maschile andata al russo Sergei Rozhkov, secondo lo svedese Bjorn Ferry a 30/100 dal vincitore e terzo il bielorusso Alexandre Syman che ha chiuso a 60/100. Per gli azzurri il miglipor piazzamento è stato quello di Sergio Bonaldi arrivato 63° al traguardo.

La 7,5 km sprint donne ha visto protagonista la tedesca Kati Wilhelm giunta sul gradino più alto del podio seguita dalla polacca Magdalena Gwizdon e dalla cinese Xianying Liu. Risultato ancora una volta soddisfacente per l’italiana Michela Ponza che si è classificata ventottesima in questa gara e si è confermata tra le prime quindici atlete della classifica generale di Coppa del Mondo.



Il biathlon ha chiuso i suoi test events domenica con la staffetta maschile vinta dalla squadra norvegese che ha preceduto Russia e Germania e con quella femminile guadagnata dal team russo davanti alla Francia e alla Bielorussia. La compagine italiana, che ha partecipato solo alla staffetta maschile, è riuscita ad ottenere il settimo posto.



Ottimi risultati per l’Italia da un altro campo di gara quello dello snowboard di Bardonecchia che ha festeggiato il secondo posto dell’italiana Marion Posch nella prova di Coppa del Mondo di gigante parallelo vinto dalla svizzera Ursula Bruhin, mentre nella gara maschile il podio è stato tutto elvetico con il piazzamento più alto di Heinz Inniger che ha preceduto i connazionali Simon Schoch e Philipp Schoch. Nell’altra specialità di snowboard, l’half pipe, i due finlandesi Risto Mattila e Antti Autti hanno vinto le due gare di Coppa del Mondo maschile e le americane Kelly Clark e Gretchen Bleiler quelle femminili.



Sfortunato l’italiano Giacomo Kratter che per la frattura del polso sinistro non si è potuto qualificare per la fase finale della gara, abbastanza buoni i risultati delle azzurre Tania Detomas e Alessandra Pescosta che hanno ottenuto rispettivamente il dodicesimo e il diciannovesimo posto.



Ritorno degli sport events in Val Chisone per le gare di Coppa del Mondo di salto e combinata nordica. L’anello di fondo di Plan e il trampolino di Pragelato hanno proseguito il loro rodaggio ospitando le gare della combinata nordica e del salto, appuntamenti preziosi per la macchina organizzativa e per i volontari che sfruttano i test events per calibrarsi al meglio in vista del 2006 anche se già ora sembra che tutto proceda per il meglio.



Le competizioni si sono svolte in una due giorni densa di emozioni anche per chi, come i piemontesi, non è abituato a seguire gare di salto e non può apprezzare appieno il gesto tecnico ma rimane comunque affascinato dalla spettacolarità di questa disciplina.



La prova dal trampolino ha segnato la vittoria del finlandese Matti Hautamaeki e la bella prestazione dell’italiano Stefano Chiapolino giunto ventesimo dopo aver ottenuto la sesta posizione parziale al termine del primo turno di salti. Nella combinata nordica a squadre la vittoria è andata alla Finlandia seguita da Germania e Svizzera, per l’Italia un buon nono posto, mentre nella combinata individuale ha vinto l’austriaco Felix Gottwald e gli azzurri si sono piazzati 12°, 14° e 26°.