Select Page

Aggiudicato in via provvisoria l’appalto per i lavori della nuova funivia del Monte Bianco. L’assegnazione provvisoria della gara d’appalto, recepita dal consiglio di amministrazione della Funivie Monte Bianco SpA nella seduta dello scorso giovedì 9 dicembre, è andata al consorzio “Cordée Mont Blanc” di Pontey, a prevalenza di imprese valdostane, ma associate anche alla Doppelmayr, azienda di Bolzano leader nel campo degli impianti funiviari. “Cordée Mont Blanc” ha conseguito il miglior punteggio complessivo quale combinazione tra offerta tecnica ed economica. Il costo stimato per la realizzazione dell’intero progetto è, al netto del ribasso d’asta, di circa 105 milioni di euro. La procedura di gara non è tuttavia conclusa: la legge sugli appalti pubblici comporta ancora alcuni passaggi per l’aggiudicazione definitiva. 

Il progetto della nuova funivia, ormai esecutivo, prevede la costruzione di due nuovi tronconi funiviari, al posto dei tre attuali. Il primo sarà a partenza da Pontal d’Entrèves con arrivo al Pavillon du Mont Frety, il secondo andrà dal Pavillon fino a Punta Helbronner. La stazione di Punta Helbronner sarà interamente ricostruita con una serie di vetrate e superfici trasparenti per godere del panorama anche dall’interno. Al disopra ci sarà un terrazzo circolare di 12 metri di diametro, culmine del punto panoramico, ma anche piazzola di atterraggio per gli elicotteri.

«Alla fine del primo anno di lavori – spiega Roberto Francesconi amministratore delegato della Funivie Monte Bianco SpA – saranno montate le teleferiche di servizio per la costruzione della nuova stazione di Punta Helbronner. La vecchia stazione dovrebbe essere demolita nell’estate del secondo anno di lavori, quando il servizio della vecchia funivia verrà limitato alla stazione del rifugio Torino». Per rendere solidali le masse granitiche di Punta Helbronner sarà costruito al suo interno un pilone di cemento armato, in cui sarà alloggiato un ascensore di 80 metri di altezza che sarà a sua volta collegato ad un tunnel orizzontale per raggiungere il rifugio Torino nuovo.

Il vecchio impianto funiviario, che nei mesi scorsi è stato sottoposto a lavori di manutenzione e ammodernamento tecnologico, è stato riaperto il 4 dicembre e continuerà a funzionare fino al completamento dei lavori del nuovo impianto, previsto entro il 2015.  Le offerte per l’inverno 2010/2011 comprendono  pacchetti speciali con salita e pranzo o spuntino al ristorante del Pavillon, la possibilità di esercitarsi nelle tecniche di ricerca sulla neve presso il campo “Arva” del Pavillon, un biglietto cumulativo con le terme di Pré-Saint-Didier.