Select Page

Inizia il 9 ottobre prossimo il vero e proprio tour de force di Piero Lizzi & Company. Il presidente dei Climber Aprica e tutto il suo qualificato staff organizzeranno in poco più di due mesi ben cinque competizioni di arrampicata sportiva, dal Memorial Bruseghini per i piccoli, fino alla Coppa del Mondo, passando per un Regionale e per i Campionati Italiani di tutte le specialità. Nella recente conferenza stampa di presentazione, Lizzi ha illustrato le attività per l’autunno dei Climber Aprica.Partendo con l’opportuna descrizione delle strutture di Aprica, “le più numerose (due interne e una esterna fisse, oltre a due mobili, N.d.R.) e ampie d’Europa quanto a sviluppo d’arrampicata”.



Lizzi ha anticipato quella che dovrebbe essere la novità più ghiotta a partire da gennaio: l’ingaggio di un team manager di prestigio per i Climber Aprica. Il nome che si sussurra è quello di Moreno Lavarda, papà del fenomeno italiano dell’arrampicata al femminile Jenny, già parte del sodalizio valtellinese. L’ambizione dichiarata di patron Piero è quella di far crescere il gruppo, associandovi atleti di livello nazionale e giovani promesse, da affiancare a Jenny, che al momento, senza nulla togliere agli altri iscritti, è perla un po’ solitaria.



Altra interessante iniziativa sarà, sempre a partire da gennaio, il corso di avvicinamento per i giovanissimi al climbing, in accordo con le scuole delle località a cavallo tra Valtellina e Valcamonica. Il capo responsabile del progetto è Luca Polatti, che sarà coadiuvato da Claudio Baffelli di Malegno, Elena Savardi di Córteno e da Stefano Bortoli. Il corso prevede lezioni teoriche, un minimo di due allenamenti per settimana, una competizione giocosa finale. Lezioni teorico-propedeutiche saranno tenute anche nelle scuole i cui insegnanti di educazione fisica aderiranno alla proposta. Il prologo a questo progetto di coinvolgimento dei piccoli dalle elementari in su sarà una delle manifestazioni in calendario, quella del 10 ottobre denominata “Ricordando Massimo Bruseghini”, con la scalata in contemporanea, su vie parallele, di juniores e seniores, questi ultimi impegnati a consigliare ed esortare in un ideale passaggio di testimone gli scalatori in erba.



Infine, per quanto riguarda la finale di Coppa del Mondo del 23 ottobre, oltre alla conferma dello spettacolo e delle scenografie cui i Climber Aprica hanno abituato gli spettatori già nelle tre edizioni precedenti, ci dovrebbe essere anche un collegamento in diretta audio (e forse video) con Alex Bellini, il montanaro-navigatore solitario che il 9 del prossimo mese salperà da Genova alla volta dell’America Centrale in barca a remi e completa autosufficienza. Non del tutto accantonata, ma piuttosto ardua da mettere in pratica, l’idea della partecipazione di due personaggi di Zelig. Intanto, in tutto questo fervore di iniziative, c’è tempo anche per presentare la candidatura ufficiale di Aprica ai Campionati del Mondo 2007.



Climber Aprica:

Programma gare autunno 2004



La locandina