Select Page

É ufficiale: il Comune di Sagron Mis sarà il primo “Portale Dolomiti Unesco".

La Fondazione Dolomiti Unesco ha approvato lo scorso sabato il progetto dell'amministrazione comunale di Sagron Mis che si doterà quindi di allestimenti fisici permanenti, di un portale virtuale, e di un intenso programma di attività ed eventi realizzabili sul territorio.

Sagron Mis è il primo comune dell'area che ha ottenuto nel 2009 il prestigioso riconoscimento a dotarsi di un portale dedicato, il "Portale Dolomiti Unesco", un importante strumento funzionale nell'orientare e nell'informare la collettività, residenti e soprattutto turisti, circa i valori intrinseci del Bene Dolomiti Unesco.

Il riconoscimento è certamente dovuto all'importanza di Sagron Mis come bene territoriale e paesaggistico: dominato dal gruppo delle Pale di San Martino a nord e da quello del Cimonega – Dolomiti Bellunesi a sud, il territorio del Comune di Sagron Mis rappresenta il baricentro del Sistema montuoso n. 3 “Pale di San Martino, San Lucano, Dolomiti Bellunesi, Vette Feltrine” del Bene Dolomiti Unesco, dal 2009 riconosciuto Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Da anni, inoltre, il Comune di Sagron Mis è attivamente impegnato in un processo di valorizzazione del proprio territorio volto a garantire uno sviluppo socio economico sostenibile attraverso la promozione di un turismo specializzato, costruito intorno alle peculiarità uniche e irripetibili dei suoi luoghi e declinato in numerosi progetti di conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale già portati a compimento o in fase finale di realizzazione.

Tra questi compaiono i due sentieri interpretativi attrezzati (“Intrecci del tempo” e la “Via dell’oro e del mercurio”), le numerose campagne di sensibilizzazione della comunità su tematiche paesaggistiche ambientali, le iniziative di turismo sostenibile, l'impegno per il recupero della diversità biologica del territorio e la creazione di strutture di accoglienza e spazi dedicati ad allestimenti ed iniziative di comunicazione. La Baita Sagron Mis -Dolomiti e la "Torre di osservazione T3" sono soltanto due esempi.

Per le caratteristiche geografiche e geologico-paesaggistiche intrinseche del territorio, la distribuzione delle infrastrutture potenzialmente fruibili a fini comunicativi, e la sensibilità della sua comunità, l'amministrazione di Sagron Mis ha pensato quindi ad un portale Dolomiti Unesco “diffuso”, non riconducibile cioè ad una singola struttura, ma coincidente con l’intero territorio e la sua comunità.

Per realizzare il progetto, l'Amministrazione comunale di Sagron Mis ha quindi pensato a tre strumenti comunicativi, combinati ed integrati tra loro:

  • Gli allestimenti permanenti, che troveranno collocazione all'interno e all'esterno della Torre di Osservazione “T3”  a Sagron e nel Parco giochi coperto di Mis, e saranno costituiti da exhibit tridimensionali, da pannelli-murales, da totem interattivi e da leggere sagomature in filo di ferro capaci di ripercorrere la skyline
  • Il sito web dedicato e le applicazioni create per device portatili (smartphone),  che consentiranno di ricevere informazioni personalizzate e di interrogare i contenuti del portale  virtuale muovendosi sul territorio anche attraverso funzionalità estese e geolocalizzate. 
  • Attività e iniziative sul territorio. La comunità stessa, attraverso l'amministrazione Comunale e l'Associazione Laboratorio Sagron Mis sarà custode e promotrice del Portale e delle attività divulgative che vi si svolgeranno, attraverso iniziative e manifestazioni che punteranno a sensibilizzare il visitatore sulla bellezza, l’unicità e la fragilità del territorio dolomitico.