Select Page

Per molti con agosto sono finite le vacanze, ma settembre e ottobre offrono in montagna ancora tante occasioni per trascorrere week end alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti. Considerato che l’inizio dell’autunno coincide con la vendemmia e la raccolta delle castagne, molte sagre sono dedicate a questi frutti.

Si comincia con Expo vini al Castello di Aymavilles dal 4 al 6 Settembre. Tre giorni intensi, dedicati ai pregiati DOC valdostani e ai vini provenienti dal Concorso Internazionale Vini di Montagna organizzato dal CERVIM. Verranno anche presentate al pubblico le produzioni agroalimentari DOP, come la Fontina, il Lardo d’Arnad, il Jambon de Bosses e altri prodotti tradizionali. Info allo 0165.275213.

Per scoprire le sue produzioni vitivinicole di montagna la Valle d’Aosta propone due itinerari, uno su strada e uno a piedi su sentieri. La “Route des Vins” della Valle d’Aosta permette di scoprire 28 cantine di produttori privati e 6 Caves Coopératives (cantine cooperative) che aprono le loro porte per accogliere, raccontare e far degustare i vini D.O.C.  di montagna. Le visite ai vigneti e le degustazioni avvengono su prenotazione chiamando direttamente le cantine che prevedono programmi differenziati. L’elenco completo dei produttori è disponibile sul sito www.routedesvinsvda.it dove si possono trovare anche le strutture alberghiere affiliate con servizi di ristorazione che propongono degustazioni di vini autoctoni.

Il secondo percorso, il Chemin des Vignobles, permette di conoscere il mondo della produzione vitivinicola, attraverso la scoperta diretta del territorio.  Il progetto, cofinanziato dall'Unione europea nell'ambito di un programma Interreg III Italia – Svizzera, è un percorso escursionistico che si snoda tra il Vallese e la Valle d'Aosta, andando da Sion a Martigny e poi da Aosta sino a Pont-Saint-Martin. Il Chemin des Vignobles è un sentiero vero e proprio, continuo e ben percorribile, costellato da una ricca segnaletica che oltre ad indicare con precisione l'itinerario, raccoglie in pannelli tematici gli aspetti più significativi di ciascuna delle zone attraversate, consigliando approfondimenti e visite a curiosità nei dintorni del percorso. Per lunghi tratti il Chemin si affianca alla Via Francigena.
Lungo il percorso, una serie di strutture di supporto (ristoranti, alberghi, B&B e i viticultori stessi) consente di programmare il viaggio sia per la passeggiata giornaliera sia per una visita di più giorni. Le mappe e i percorsi sono scaricabili dal sito www.chemindesvignobles.it

La Festa dell’uva o Féta di Resén si svolge a Chambave dal 23 al 27 Settembre, con la storica “Coursa di Bosse”, spettacolare gara delle botti tra le città del vino valdostane: Aosta, Aymavilles, Chambave, Donnas, Morgex e Villeneuve. La festa prevede l’itinerario tra le "Crotte dou Bor", le cantine del borgo. Per conoscere da vicino le caratteristiche delle produzioni vinicole della zona una tappa fondamentale è la Cooperativa vitivinicola La Crotta di Vegneron (Piazza Roncas, 2 Tel. 0166-46670 www.lacrotta.it) dove è anche possibile acquistare e degustare i vini.

La festa dell’uva si svolge anche a Donnas il 3 e 4 Ottobre. A Donnas (a poco più di un kilometro dall’uscita A5 di Pont-Saint-Martin) è possibile visitare il Museo del Vino e della Viticultura, dove sono custoditi oggetti e attrezzature di origini antichissime. Aperto tutto l’anno dalle 14 alle 18 e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. info Caves Cooperatives de Donnas –0125-807096 www.donnasvini.it  

A ottobre non mancano le sagre dedicate agli altri frutti di stagione: mele e castagne
. La Sagra delle mele  si tiene il 4 ottobre a Gressan e l’11 ottobre a Antey-Saint-André, quella del miele a Châtillon il 25 ottobre. La festa della castagna è in programma a Fénis il 3 e 4 e poi il 10 e l’11 ottobre, a Donnas l’11, ad Avise-Runaz e a Lillianes il 25.

Al Forte di Bard l’11 ottobre si tiene il Marché au Fort, rassegna enogastronomica dedicata alla degustazione e alla vendita dei prodotti tipici della Valle d’Aosta, nella suggestiva cornice del borgo medievale di Bard, ai piedi dello storico Forte dove sono visitabili il Museo delle Alpi e le Alpi dei ragazzi.