Select Page

Si terrà domenica 23 giugno 2013 la 9^ edizione della Grandfondo Internazionale Giordana, sulle orme di Marco Pantani, la manifestazione ciclistica organizzata da GS Alpi di Vittorio Mevio. La Grandfondo proporrà anche quest'anno, come di consuetudine, tre percorsi: Fondo (85 km e 1850 m di dislivello), Mediofondo (155 km e 3.600 metri dsl) e Granfondo con 175 km, 4.500 metri di dislivello e tre passi da affrontare.

La griglia di partenza, accompagnata dalla Fanfara dei Bersaglieri e dal suono degli antichi corni alpini, verrà posta nel centro di Aprica, da dove gli atleti daranno inizio alla competizione alla volta di Edolo. I fondisti devieranno poi per Monno e percorreranno l'impegnativa salita (7% di pendenza) che porta al Passo Mortirolo, conosciuta dagli appassionati del Giro d'Italia come l'illustre Cima Coppi. Gli atleti proseguiranno poi verso Trivigno, giungeranno al bivio che porta al Passo di Santa Cristina e, dopo aver superato il passo, torneranno ad Aprica sede d'arrivo degli atleti che avranno optato per il Fondo.

Coloro che avranno scelto di percorrere i 155 km del Mediofondo continueranno invece alla volta di Vezza d'Oglio per conquistare Ponte di Legno, sede di partenza della 19^ tappa del Giro d'Italia 2013. Da qui proseguiranno verso la Vetta del Passo Gavia, 7 volte Cima Coppi della corsa rosa.

La vetta del Passo Gavia offrirà anche quest'anno un particolare scenario "glaciale": con un'area di 200 mq unica in Italia, essa presenta ancora, infatti, la tipica vegetazione della tundra artica, retaggio dell'ultima glaciazione che ha interessato l'area. A rendere l'atmosfera ancora più "artica" ci saranno con tutta probabilità anche due alti muri a bordo strada, creati sgombrando i circa 4 metri di neve che occupano attualmente la carreggiata su cui il 24 maggio passerà il Giro d'Italia. I muri formeranno inoltre una naturale imboccatura per la galleria "Rocce Nere", il famoso tunnel che quest'anno sarà illuminato da faretti led alimentati dai pannelli solari, nel pieno rispetto dell'ambiente.

Superato il Passo Gavia gli atleti attraverseranno il Parco Naturale dello Stelvio in direzione Bormio, da dove scenderanno verso Mazzo e si accingeranno ad affrontare il Passo di Mortirolo.
Dal Mortirolo si prospetterà agli atleti il versante del valico più ostico, con una pendenza media del 10,5% e picchi anche oltre il 18%. All'altezza di Piaz de l'Acqua, si potrà ammirare il monumento in memorio di Marco Pantani scolpito da Alberto Pasqual e installato nel 2006.
Percorsi i 4 km che collegano Piaz de l'Acqua a Trivigno, i mediofondisti giungeranno in prossimità di Aprica per tagliare il traguardo.

Il testimone passerà infine ai granfondisti che proseguiranno la competizione per altri 20 km valicando il Passo di Santa Cristina (con una salita di 7 km e una pendenza media di oltre il 9%) e concludendo una gara di 175 km e 4.500 m di dislivello.

Le iscrizioni alla Grandfondo Internazionale Giordana rimangono aperte fino al 15 giugno al costo di 40 €, con una iscrizione omaggio ogni 10 cumulative.

Ulteriori informazioni sulla 9^ edizione della competizione sono disponibili sul sito della Granfondo Giordana.