Select Page

Da Marco Pantani a Ivan Basso, da Gilberto Simoni a Damiano Cunego. Tanti protagonisti e tante belle pagine della storia del ciclismo sono state scritte sulle salite dei passi Gavia e Mortirolo, due luoghi della leggenda che, insieme al passo Santa Cristina (scelto per il gran finale) saranno lo scenario della 7.a Granfondo internazionale Giordana che scatterà domenica 26 giugno da Aprica (Sondrio), in pratica quella che negli anni scorsi era la GF Pantani.

Tre i percorsi proposti: un percorso granfondo di 175 km, un mediofondo di 155 km e infine un “fondo” di 85 km, che macinerà comunque 1.850 metri di dislivello scollinando sia il “famigerato” Mortirolo sia il passo Santa Cristina.
La manifestazione è inserita in diversi circuiti, tra i quali il Gran Trofeo, che comprende nell’ordine la GF Laigueglia, la GF delle Alpi, la GF Giordana e infine la GF Noberasco, un quartetto di belle prove che si chiuderà a settembre. La gara dell’Aprica è anche tappa conclusiva della Coppa Lombardia, un circuito di 6 tappe che si svolge tra i mesi di febbraio e giugno e che interessa le province di Savona, Brescia, Sondrio e Pavia. E ancora circuito Nobili / Supernobili e AmaTour World Cup.

La data di chiusura delle iscrizioni è prevista per il 18 giugno, anche se per chi deciderà all’ultimo di partecipare è prevista la possibilità di iscriversi in loco da venerdì 24 fino alla mattina di domenica 26, con una sovrattassa di 5 Euro sulla tariffa base di 40 Euro. Gli iscritti potranno usufruire di tutti i servizi della granfondo, ovvero docce, ristori, pasta party finale, pacco gara e assistenza sanitaria e meccanica, garantita anche nella giornata di sabato. Per quanto riguarda le iscrizioni, una bella iniziativa sarà riservata ai gruppi numerosi, perché ogni dieci iscrizioni cumulative una potrà essere effettuata gratuitamente.

Test di prodotti per il ciclismo