Select Page

Isola di Gozo in mountainbike

Cari amici oggi ci troviamo sull’isola di Gozo, vicino a Malta, in compagnia dell’eclettica guida Didi ache ci guida nel tour in mountain bike lungo la costa nord di Gozo. Le bici, nuove fiammanti, noleggiate presso “On Two Wheels” (http://www.gozo.com/on2wheels/) sono pronte a essere lanciate su strada e sterrato.

Partiamo imboccando una leggera discesa e prendendo velocità lungo il nastro d’asfalto tra le antiche case costruite in pietra locale. Ad ogni curva o incrocio si deve sempre stare un po’ attenti… siamo in un ex colonia inglese e viaggiare sulla carreggiata sinistra vale sia per le auto che per i ciclisti, inoltre abbiamo notato che gli isolani tendono ad avere una guida sportiva e disinvolta!

Malta in Mountainbike: isola di Gozo

Quando l’abitato finisce muretti a secco e distese di campi che si estendono fino al mare ci indicano un percorso che alterna aree agricole a profili collinari dove fa capolino qui e là il campanile di una chiesetta o la cupola di una cattedrale barocca. L’ultima discesa, che sfocia sul lato nord dell’isola, ci immette direttamente su un terreno compatto di arenaria. Il colore giallo intenso di questa roccia che cambia forma in un continuo processo di erosione e polverizzazione, crea un favoloso contrasto cromatico col turchese del mare su cui si affaccia. Mentre ammiriamo questo mare grandioso, ci accorgiamo adesso di procedere più sciolti: le gambe sono ormai calde e abbiamo preso confidenza con i mezzi a ruote grasse. Percorriamo tranquilli un breve tratto di sentiero più tecnico, con curve strette e gradini in pietra di varie altezze, niente di estremo: è un sentiero pedalabile per chiunque, però rimane fondamentale guidare più concentrati, controllare la velocità e scegliere dove mettere le ruote.

Tour in mountain bike isola di Gozo

In breve ci si ritrova direttamente in riva al mare dell’Isola di Gozo e si procede verso destra affiancando una scacchiera di vasche rettangolari scavate nell’arenaria, Didi ci spiega che sono le vasche in cui l’acqua evapora e viene prodotto il sale grezzo. Chi vuole assaggiare il sale di Gozo, prodotto con l’antico sistema e magari portare con sé un ricordo dell’isola, può entrare ed acquistarlo in una delle piccole botteghe ricavate direttamente nella parete di roccia rivolta verso il mare.

Io salto le botteghe, ma mi accorgo adesso che la costa ha una forma strana e invitante, per varie decine di metri in lunghezza infatti incrocio anse e pendenze che si raccordano dolcemente alla parte orizzontale: come delle lunghe rampe con una perfetta curvatura. Non riesco a trattenermi: prendo velocità e devio verso destra per salire il più possibile, ci si può divertire per più di un’ora e trovare nuove linee da tracciare a tutto gas!

Saline dell'isola di Gozo, Malta

Siamo in fase di rientro. In meno di due ore abbiamo avuto solo un breve assaggio dei panorami che Gozo può offrire, volendo i km da fare, le scogliere e le baie da esplorare sono molte di più.

Uno degli aspetti piu’ positivi è che quest’isoletta di pochi km quadrati è facilissima da raggiungere da tutta Europa: dopo un’ora e mezza o due di volo dai principali aeroporti d’Europa, i collegamenti via traghetto con Malta, attraverso il canale, sono effettuati dal porto maltese di Ċirkewwa fino al porto di Mġarr Harbour, e servono al trasporto di beni di consumo e di passeggeri.

Web: