Select Page

Chiusa da pochi giorni la tappa del 10° Tour De Ski, la Val di Fiemme continua a pensare agli sci stretti, in vista della 43.a Marcialonga che andrà in scena domenica 31 gennaio 2016. In questa magnifica vallata del Trentino, la pratica dello sci di fondo porta gli sportivi anche ad attraversare boschi di abeti e larici a Bellamonte, e attraverso gli anelli di Predazzo, Ziano, Masi di Cavalese e Molina. Andiamo a scoprire alcune aree “cult” per scivolare con gli sci stretti.

CENTRO DEL FONDO DI PASSO DI LAVAZÉ – Oltre 80 km di piste adatti sia a sciatori esperti sia a principianti. Il panorama che è possibile ammirare da questo passo, i boschi nel quale si snodano le piste e il sole, che illumina buona parte dei tracciati, sono le caratteristiche che seducono gli appassionati di questa disciplina. Ma su questo altopiano è facile incontrare anche campioni internazionali che si allenano in vista delle gare più importanti. Servizi: sala e servizio sciolinatura e improntatura solette, spogliatoi con docce, parcheggi, strutture ricettive, sala adibita alle premiazioni, punti SOS dotati di radio-telefono, bar ristorante, noleggio sci e tute. Per divertirsi e migliorare la tecnica e l’equilibrio c’è lo Skicrosspark, un percorso di 500 metri con curve paraboliche, discese con dossi e continui cambi di pendenza. Per i bambini c’è il Babycross e lo Skicross country, piste di 200 metri attrezzate con dune e ponticelli e il nuovissimo “Greta & Gummer Park” per giocare con i gemellini più simpatici delle Dolomiti, fra slittini, bob, tubby e giochi di neve.
Nei sentieri dei boschi di Passo Lavazé, lungo 7 nuovi tracciati, si può praticare anche lo snow-walking. La camminata con bastoncini e scarponcini o con le ciaspole permette di muovere il 90 per cento dei muscoli senza fare troppa fatica e di godersi la natura. Il sentiero battuto fino a Malga Ora, solo andata, è lungo 4,5 km; quello sopra il centro del fondo (Campiol) è lungo due chilometri.
L’altopiano di Lavazé è anche sede di un importante centro per lo sci-orientamento che ha già ospitato gare di Coppa del Mondo e di Alpen Cup (esiste una cartina di orientamento omologata per gare internazionali). Infine, il Centro ospita una scuola di sci di fondo, di sci alpino e di snowboard.

CENTRO DEL FONDO DI LAGO DI TESERO – Una posizione favorevole e uno dei più potenti impianti di innevamento artificiale, sono una garanzia di piste ben preparate ed assicurano l’apertura del centro da dicembre alla metà del mese di marzo, nonostante i soli 850 m. di altitudine.
Lo stadio, sede dei Campionati del Mondo di Sci Nordico 1991, 2003 e 2013, offre una grande varietà di tracciati divisi in numerosi settori. I percorsi possono subire delle variazioni, ma sono tutti piuttosto impegnativi e molto tecnici. Il collegamento con la pista della Marcialonga garantisce comunque la possibilità di avere più di 8 Km. di un tracciato quasi pianeggiante, sia in direzione Predazzo che nella direzione opposta, verso Molina di Fiemme. Inoltre, un impianto di illuminazione permette anche di sciare la sera.

  • 2,5 Km. Difficoltà media – Dislivello totale 80m
  • 3,3 Km. Difficoltà elevata – Dislivello totale 140m
  • 5 Km. Difficoltà elevata – Dislivello totale 190m

Il centro dispone anche di un una pista da ghiaccio, un fornito noleggio, di docce, una scuola di sci, servizi, sale sciolinatura e spogliatoi, un apprezzato bar ristorante.

La Società Centro del Fondo Srl propone l’uso gratuito delle piste. Inoltre, alcune sere alla settimana, una pista di 1,5 Km viene illuminata. Solo per questo servizio è previsto il pagamento di un biglietto d’entrata.

PISTA MARCIALONGA – La pista della più famosa granfondo italiana è disponibile e battuta già dal periodo natalizio ed offre la possibilità di sciare su di un percorso con poco dislivello che può essere diviso in 4 differenti settori partendo dal punto più basso, a 800m. sul livello del mare di Molina di Fiemme, fino ad arrivare ai 1.200 m. di Moena.

Dopo la marcialonga di fine gennaio, vi ricordiamo jn altro evento “nordico” che si svolgerà in Val di Fiemme. Stiamo parlando della Coppa del Mondo di Combinata Nordica che narà in scena dal 26 al 28 febbraio 2016 presso lo Stadio del Salto Predazzo e lo Stadio del Fondo Lago di Tesero. Se non avete ancora vista uno sciatore volare, non perdetevi i salti adrenalinici dei più grandi campioni di combinata nordica. La classifica viene stilata in base al sistema Gundersen che trasforma i metri di salto dal trampolino in secondi. Questi producono il distacco tra i concorrenti che si cimentano nella prova di fondo. La Coppa del Mondo Fis di Combinata Nordica offre tre giorni di sci nordico ai massimi livelli. Salti spettacolari sugli sci dai trampolini dello Stadio del salto di Predazzo e gare mozzafiato nello Stadio del Fondo di Lago di Tesero. Sabato sera esplode il divertimento con la Winterfest.