Select Page

Sellaronda Skimarathon pronta a tornare in pista nel 2010. La spettacolare gara di sci alpinismo in notturna, una classica ormai per un numero sempre crescente di appassionati, sarà nuovamente di scena il 5 marzo prossimo con una 15.a edizione ricca di novità.

La competizione, inserita nel calendario internazionale ISMF ed in quello nazionale della FISI, prenderà il via da Canazei in Val di Fassa (ore 18.00), e da qui gli atleti andranno a fare…quattro passi, ovvero il Sella, il Gardena, il Campolongo e il Pordoi nell’ordine, attraversando le quattro vallate ladine di Fassa, Gardena, Badia e Livinallongo. Il tanto duro quanto spettacolare itinerario di gara – da concludere entro il tempo massimo di 6 ore e 15 minuti – prevede un totale di 42 km e 2.700 metri di dislivello, tutto alla sola luce dei frontali sui caschetti dei partecipanti, che proveranno ancora una volta la “vertigine” di arrivare a toccare il cielo con un dito e …con gli sci ai piedi.

Dopo l’annullamento della gara dello scorso marzo per pericolo valanghe – la neve sul tracciato era davvero troppa! – Diego Perathoner con tutto lo staff organizzativo intende preparare l’evento 2010 alla perfezione.

La Sellaronda Skimarathon è una gara a coppie dall’atmosfera assolutamente magica, che piace ogni anno di più. La scorsa stagione, infatti, quando era previsto che la gara debuttasse anche in Coppa del Mondo con ben 15 nazioni al via, i 640 posti disponibili – oltre agli atleti di Coppa – furono prenotati in soli 6 minuti! La soddisfazione e l’emozione di Perathoner e della sua squadra furono assai forti. Un successo inaspettato, che tuttavia lasciò “a bocca asciutta” tanti altri amanti delle pelli di foca che intendevano prenotarsi un pettorale. A questo proposito ecco allora la decisione del comitato di accettare per il 2010 tutte le iscrizioni pervenute nei termini, e di convocare poi un notaio che estrarrà a sorte le coppie ammesse.  

Per quanto riguarda il percorso di gara, gli atleti prenderanno il via da Canazei – la partenza ogni anno si alterna tra Selva Gardena, Corvara, Arabba e il centro in Val di Fassa – e si “arrampicheranno” subito lungo i 6 km di salita verso il Passo Sella (2.174 m.), per poi ridiscendere in direzione Selva Gardena. A riscaldare i “signori delle pelli di foca” ci sarà il calore del sempre nutrito e festoso pubblico, che li sosterrà per la successiva ascesa verso il Passo Gardena, fino a 2.298 metri. Seguiranno la discesa in Val Badia verso Corvara, la nuova salita fino ai 2.080 metri di Bec de Roces e poi giù “a rotta di collo” fino ad Arabba.

Da scalare a questo punto rimarrà “solo” il Passo Pordoi, l’ultima grande fatica che porterà i concorrenti fino a quota 2.239 metri, a cui farà seguito la discesa – 6 km con 795 metri di dislivello – verso il traguardo di Canazei, dove i migliori saranno attesi dopo circa tre ore e un quarto di gara.

E staremo a vedere chi sarà ad apporre la propria firma nell’albo d’oro della Sellaronda Skimarathon 2010. I tempi da battere sono quelli di Guido Giacomelli-Hansjoerg Lunger (3h15’07’’), e di Roberta Pedranzini-Francesca Martinelli (4h01’14’’).

Con la prima neve che già ha “disegnato” il percorso della 15.ma Sellaronda Skimarathon, il comitato organizzatore e i tanti collaboratori nelle valli cominciano a scaldare i motori, per una manifestazione che il prossimo 5 marzo vuole ancora una volta lasciare il segno.