Select Page

Sofia Goggia vince la Coppa del Mondo di discesa libera grazie al secondo posto conquistato stamani sulle nevi di Are, in Svezia. La sciatrice italiana agguanta la “coppetta” di specialità con soli 3 punti di vantaggio sulla campionessa statunitense Lindsey Vonn, che oggi ha vinto la gara (82.a vittoria in carriera).

Dopo l’oro olimpico di PyeongChang, Sofia Goggia scrive un’altra pagina di storia dello sci italiano: è la seconda italiana a raggiungere questo storico risultato, dopo Isolde Kostner che vinse l’ambito trofeo per ben due volte, nelle stagioni 2001 e 2002.

Le parole di Sofia Goggia al traguardo: “E’ stata molto più difficile della gara olimpica perchè in quella gara secca non sai se arriva, qui invece l’avevo dichiarata alla vigilia. Sono stati tre giorni difficile, non si capiva da quale zona si partiva con continui spostamenti, ieri sono anche uscita, oggi è stata un’attesa lunghissima ed estenuante anche perchè hanno annullato pure la prova in programma, però alla fine ho compiuto la missione anche se ho dovuto aspettare fino alla fine perchè è uscito pure il sole che poteva velocizzare il tracciato. La mia amicizia con Lindsy Vonn esula dalla competizione che c’è in pista,  mi sentivo abbastanza sotto pressione, ho cercato di connettermi con questo posto, anche la gara era abbastastanza corta ma i più forti vincono ugualmente. Sono uscita dal cancelletto pensando che avevo i piedi giusti, gli sci giusti e la velocità giusta per portare a casa il risultato”.

In campo maschile, la coppa di discesa è andata a Beat Feuz, 31enne svizzero, bronzo a Pyeongchang 2018.