Select Page

Sabato 26 novembre, grande apertura del Comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen, che si estende fra le Dolomiti del Trentino. Oltre alle solite magnifiche pista da sci, ci sono importanti novità

A partire dai dall’entrata in funzione di due impianti di risalita di ultima generazione. A Bellamonte una nuova cabinovia a basso impatto paesaggistico servirà sia le piste da sci, sia la pista da slittino Fraina di 1,9 km. Mentre a Obereggen sarà attivo il primo impianto telemix del Fiemme-Obereggen, con seggiole e cabine sulla stessa fune. Sempre Obereggen presenterà, a monte della seggiovia Oberholz, un nuovo rifugio dal design contemporaneo e una seconda pista da slittino di 750 metri che andrà aggiungersi alla nota pista di 2,5 km.

L’Alpe Cermis si rinnoverà con un nuovo campo scuola, nuove piste per slittini e gommoni e nuovi giochi nella neve del paradiso del divertimento Cermislandia. Dopo la realizzazione del nuovo lounge bar la Baita Tonda (2015) un intervento di completo restyling interesserà anche il Ristorante Rifugio Dosso dei Larici. Infine, cresce il numero delle opere d’arte visibili dalla pista da sci Agnello di Pampeago.

Andiamo a scoprire, nei dettagli, tutte queste novità.

BELLAMONTE, LA NUOVA CABINOVIA BELLAMONTE 3.0 NEW GONDOLA
La skiarea Bellamonte-Alpe Lusia si affaccerà alla stagione sciistica 2016-17 con il nuovo impianto di risalita a basso impatto paesaggistico Castelir-Morea, dotato di tre stazioni (a valle, intermedia, a monte).
Sostituendo le due vecchie seggiovie Castelir-Fassane e Fassane-Morea, saranno eliminati dalle piste da sci 13 piloni. Si passerà, così, da 28 a 15 sostegni. La nuova cabinovia Bellamonte 3.0, che avrà una portata oraria di 2.200 p/h, risponderà alle esigenze di sicurezza di tutti gli sciatori, in particolare dei bambini. Inoltre, renderà più agevole lo sci per i disabili che frequentano regolarmente le piste con i maestri di sci specializzati dell’associazione Sportabili Onlus di Predazzo. Le ampie cabine a 10 posti offriranno la possibilità di caricare gli slittini. La pista da slittino Fraina sarà avvicinata alla stazione intermedia Fassane, con un allungamento di 300 metri. Quindi, dall’inverno 2016-17 la pista da slittino sarà lunga 1,9 km.
La cabinovia è stata pensata anche per l’estate. L’area, infatti, è molto frequentata dai bambini, attratti dal parco divertimenti “Il Giro d’Ali” e il sentiero “Frainus” che rivela le abitudini di volatili autoctoni. L’impianto offrirà margini di maggior sicurezza anche per gli anziani, come pure per il trasporto di passeggini, biciclette e cani.

ALPE CERMIS, IL RESTYLING DI CERMISLANDIA E DEL RIFUGIO DOSSO DEI LARICI
L’Alpe Cermis si farà ancora più accogliente nell’area di Dosso dei Larici, alla fermata intermedia della telecabina (1.280 m. slm.). Il parco divertimenti di giochi nella neve Cermislandia presenterà diverse novità, fra cui una nuova pista per gli slittini e una nuova pista per gommoni-tubing. Nuovissimo e particolarmente spazioso anche il Campo Scuola Sci accanto a Cermislandia.
L’opera di restyling di Dosso dei Laresi è iniziata nella passata stagione sciistica (2015) con la realizzazione del lounge bar La Baita Tonda, una vera e propria baita in legno di larice arredata in stile “Minimal Alp Chic”: ampie vetrate, legno grezzo, arredamenti vivaci, con toni di rosso e verde lime, alberi stilizzati, stampe d’arte contemporanea alle pareti e una stufa panoramica al centro. Lo stesso design contemporaneo è stato scelto per ristrutturare e ampliare il Ristorante Rifugio Dosso dei Larici. La nuova struttura architettonica orizzontale, con listelli di legno di larice e ampie vetrate, creerà un unico complesso fra il ristorante, il lounge bar e la stazione di arrivo della telecabina, donando armonia paesaggistica all’intera zona montana.
Per la stagione 2016-17, la pista Olimpia sarà illuminata per lo sci notturno ogni mercoledì e venerdì (19.30-22.30), mentre il Cermis WiFi sarà esteso a tutte le piste (anche la Pra Fiorì).

SKI CENTER LATEMAR: IL TELEMIX, Il RIFUGIO A TRE VERANDE, UNA PISTA DA SLITTINO E UNA PISTA AD ARTE
Nel carosello sciistico dello Ski Center Latemar (45 km di piste raggiungibili da Predazzo, Pampeago e Obereggen) tre grandi novità interessano Obereggen che presenterà nell’inverno 2016-17 un nuovo impianto di risalita, un nuovo avveniristico rifugio e una nuova pista da slittino.
A Obereggen, l’attuale seggiovia fissa a 4 posti Laner sarà sostituita da un moderno telemix (seggiole e cabine sullo stesso impianto). Mentre gli sciatori provetti potranno raggiungere le piste molto velocemente utilizzando le seggiole con gli sci ai piedi, i pedoni, gli amanti dello slittino e i bambini potranno essere trasportati in tutta comodità e sicurezza con le cabine. Il nuovo impianto di Obereggen sarà dotato di seggiole a 6 posti e di cabine da 8 posti. Il telemix sarà funzionale a una nuovissima pista da slittino, lunga 750 metri, che dal rifugio Epircher-Laner condurrà fino alla stazione a valle della seggiovia Absam-Maierl. La stessa pista da sci Laner sarà ulteriormente allargata e migliorata per garantire sciate e slittate piacevoli e rilassanti.
Sempre a Obereggen, all’inizio della pista Oberholz sarà creato un nuovo rifugio di legno e vetro, con tre verande che sbalzano fuori dalla montagna. L’originale struttura, infatti, avrà un corpo unico che si dirama su tre ampie vetrate panoramiche proiettate sulle montagne circostanti. Durante la stagione sciistica 2016-17 lo potremmo ammirare alla stazione a monte della seggiovia Oberholz di Obereggen. Il rifugio, realizzato con materiali ecosostenibili, si integrerà perfettamente nella natura che lo circonda. All’interno un bar accoglierà sciatori ed escursionisti per piccoli snack e bevande. Il progetto, caratterizzato da un concetto contemporaneo di design inserito negli spazi naturalistici, è firmato dagli architetti Peter Pichler e Pavol Mikolajcak.

A Pampeago, lungo la pista Agnello che attraversa il Parco d’Arte RespirArt (uno dei più alto al mondo), si affacceranno nuove opere d’arte, create durante l’estate 2016 da artisti di fama internazionali. All’arrivo della seggiovia Agnello, in direzione La Tresca si potrà ammirare l’installazione d’arte dell’artista tedesco Thorsten Schütt “Guerriero di pace delle Dolomiti”. Di fronte alla terrazza del Rifugio Monte Agnello si staglieranno nel cielo le forme curiose delle installazioni “Vedo non vedo” di Luca Prosser (un grande occhio di acciaio inox e acciaio corten puntato sulle Dolomiti) e l’installazione “Harmonia” dell’artista designer polacca Dorota Koziara, creata per sottolineare l’energia che si riceve al cospetto del Latemar. Sciando lungo la pista Agnello sarà possibile incontrare anche le installazioni artistiche già presenti nella passata stagione sciistica: “Ouverture” di Aldo Pallaro, “Totem” di Sandro Scalet, “Natura Viva” di Mauro Lampo Olivotto, “L’arte è un mistero con ali di farfalla” e “Il teatro del Latemar” di Marco Nones, “Mind’s Eye” dell’artista di Clevenand Olga Ziemska e “Il giardino di Danae” del gotha dell’arte di Hidetoshi Nagasawa. In totale saranno dieci le opere d’arte disposte lungo la pista Agnello e la sua variante, ma in presenza di nevicate particolarmente abbondanti si potranno ammirare solo le opere più alte.

FIEMME-OBEREGGEN: 110 KM DI SCI PANORAMICO
La Val di Fiemme è circondata da cime di rara bellezza, come le guglie del Latemar, riconosciute dall’Unesco “Patrimonio Naturale dell’Umanità”.
Sciando è possibile immergersi nel paradiso naturalistico dello Ski Center Latemar, fra i 48 km di piste che collegano Pampeago, Predazzo e Obereggen. Nella skiarea Bellamonte-Alpe Lusia le piste da sci accarezzano i confini del Parco Naturale di Paneveggio Pale di S. Martino, uno degli ambienti “protetti” che ha favorito l’ingresso delle Dolomiti nella lista dei paesaggi privilegiati dall’Unesco. Le piste del Passo Rolle si dispiegano al cospetto delle maestose Pale di S. Martino. E dalla Skiarea Alpe Cermis, con la sua lunghissima pista Olimpia (7,5 km), si gode uno dei più emozionanti panorami sulle Dolomiti. Altri scenari sulle montagne calcaree, che riflettono i colori di alba e tramonto, si aprono sul Passo di Lavazé-Oclini, dove lo sci alpino incontra lo sci di fondo.
L’innevamento programmato è garantito sulla totalità delle piste Fiemme-Obereggen. A seconda delle temperature, in caso di necessità, saranno innevate prima le piste principali e a seguire le varianti.

Apt Val di Fiemme
tel. 0462 241111
info@visitfiemme.it
www.visitfiemme.it