Select Page

Aggiornamento del 8 aprile 2019 – Il Comitato Organizzatore dell’Adamello Ski Raid, dopo un’attenta analisi di tutti gli elementi indispensabili per poter garantire l’elevato standard organizzativo della gara, ipotizzando anche un’eventuale data di recupero, ha deciso di annullare definitivamente l’edizione 2019. «Abbiamo vagliato tutte le ipotesi – spiega il presidente del Comitato Organizzatore Alessandro Mottinelli – ma non ci sono spazi per garantire un evento con tutti gli standard che richiede una competizione come la nostra. Voglio ringraziare i protagonisti dell’Adamello Ski Raid, ovvero atleti, volontari e sponsor che saremo felici di ritrovare nella prossima edizione. Vi aspettiamo tutti per un grande ritorno nel 2021».

Aggiornamento del 5 aprile 2019: gara rinviata al 13 aprile (da confermare) – Quando le condizioni meteorologiche e ambientali si rivelano proibitive, tali da mettere in discussione l’incolumità dei partecipanti, un evento non può avere luogo. Con questo tipo di circostanze, in queste ore, sta facendo i conti lo staff che propone una delle più affascinanti gare di scialpinismo d’Europa, l’Adamello Ski Raid. Lungo il tracciato, spettacolare, che incontra le cime più alte del gruppo dell’Adamello, in questi giorni le precipitazioni nevose sono state molto intense.
«Purtroppo in queste condizioni non siamo in grado di garantire la sicurezza degli atleti, – afferma il predicente del comitato organizzatore Alessandro Mottinelli – il rischio che si creino delle valanghe è diventato molto alto e quindi siamo costretti a fermarci. Stiamo valutando la possibilità di spostare la gara di una settimana, ovvero al 13 aprile, ma una scelta definitiva potrà essere fatta solo quando avremo delle certezze in merito alla situazione meteo e alle condizioni della neve. È sempre doloroso prendere decisioni di questo tipo, ma la sicurezza dei concorrenti è una priorità assoluta, siamo sicuri che anche loro comprendono perfettamente la situazione che si è creata».

A pochi giorni dal via è stata ufficializzata la starting list della settima edizione dell’Adamello Ski Raid, che ha richiamato ai nastri di partenza 359 coppie di skialper provenienti da quindici nazioni e da tutti e quattro i continent. In totale sono dunque 718 gli atleti che domenica 7 aprile si sfideranno nella gara inserita nel prestigioso circuito La Grande Course, alla presenza di tutti i big della specialità, sia al maschile che al femminile.

Tra le squadre più attese c’è quella composta dai due portacolori dell’Esercito Michele Boscacci e Matteo Eydallin, con quest’ultimo che, dopo il successo conquistato nell’ultima edizione (2017) assieme a Damiano Lenzi, proverà a ripetersi in coppia con il forte valtellinese di Albosaggia. Per provare a centrare il bis, però, il forte skialper piemontese dovrà superare un lotto di avversari qualificati e agguerriti, a partire dall’affiatato duo francese composto da Xavier Gachet e dall’esperto classe 1983 William Bon Mardion. Proveranno a inserirsi nella lotta per le posizioni che contano anche i due giovani italiani Davide Magnini e Nadir Maguet, così come le altre coppie transalpine Sevennec-Equy e Anselmet-Viret, senza dimenticare gli austriaci Jakob Herrmann e Martin Weißkopf, giusto per citarne alcuni.

Adamello Ski Raid

Si annuncia appassionante anche la sfida in rosa, con la campionessa in carica Axelle Mollaret (nel 2017 in gara assieme alla svizzera Jennifer Fiechter), che sarà affiancata dalla bellunese Alba De Silvestro. A contendere loro il trono, su tutte, saranno le forti transalpine Lorna Bonnel e Laetitia Roux, quest’ultima capace di vincere tre edizioni consecutive dell’Adamello Ski Raid (2011, 2013 e 2015), seconda nel 2017 in coppia con la spagnola Claudia Galicia Cotrina. Corinna Ghirardi e Bianca Balzarini difenderanno i colori della società organizzatrice, l’Adamello Ski Team, con un occhio di riguardo anche per il duo composto dalla trentina Elena Nicolini e dalla slovacca Marianna Jagercikova, fresca vincitrice della sprint di Coppa del Mondo di Campiglio.

In queste ore, il comitato organizzatore e i responsabili del percorso di gara si raduneranno per una riunione tecnica, durante la quale valuteranno le condizioni meteo e una eventuale variazione del tracciato, che non è da escludere in virtù della tanta neve presente in quota.

Gli atleti delle categorie maschili, da programma, affronteranno 43 km e 4000 metri di dislivello, con partenza alle 5.30 da località Tonalina e arrivo a Ponte di Legno. Le donne, invece, partiranno alle 6.10 da una quota più elevata e seguiranno poi il medesimo tracciato dei colleghi maschi.

Dal punto di vista mediatico, Rai Sport ha confermato la realizzazione di uno speciale di 60 minuti, con la seguente programmazione: Mercoledì 10 aprile su Rai Sport + HD alle ore 18.48, repica giovedì 11 aprile sullo stesso canale sia digitale che su satellite alle 17.30. Inoltre domenica 14 aprile su Rai Tre Trentino dalle ore 9.45 all’interno della rubrica a diffusione regionale “Tapis Roulant” ed ore 22:30 sul Canale 103 del digitale terrestre in Trentino Alto Adige.