Select Page

Nella tappa francese di Champagny della coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio, a dominare sono stati il coreano Park HeeYong e l'italiana Angelika Rainer, entrambi vincenti dopo il secondo posto del campionato Mondiale della scorsa settimana a Rabenstein, in val Passiria.

Angelika Rainer in azione a Champagny
Angelika Rainer in azione a Champagny

Di nuovo una bella vittoria della meranese Angelika Rainer (team Grivel), che sale per la seconda volta in questa stagione sul gradino più alto della coppa del mondo di iceclimbing. "La struttura di Champagny", ha commentato la Rainer, "è bellissima, con molto ghiaccio strapiombante, dove mi trovo sempre a mio agio e dove riesco ad esprimere il meglio di me. Questo era l'unico posto in cui non avevo ancora vinto", aggiunge la Rainer "e oggi sono contentissima per questo nuovo successo".

Il secondo posto è andato alla giovane svizzera Petra Klinger, una vera promessa per il futuro e punta di diamante della giovane, e più che mai emergente, squadra svizzera! Terza la altrettanto giovane e promettente coreana HanNaRai Song caduta dal ghiaccio strapiombante prima del pannello finale; settima invece l'altra coreana Shin WoonSeon, vincitrice a Rabenstain. Con questa vittoria Angelika Rainer balza in testa alla classifica generale di coppa del mondo, pur avendo disputato una tappa in meno delle altre atlete (ricordiamo infatti che l'altoatesina non ha partecipato alla coppa del mondo in Korea, in quanto in quei giorni era impegnata negli USA, dove ha vinto il master internazionale di Ouray).

Angelika Rainer sul ghiaccio di Champagny
Angelika Rainer sul ghiaccio di Champagny

In campo maschile meritata vittoria del coreano Park HeeYong, finalmente primo dopo le quattro vittorie consecutive di Maxim Tomilov, settimo in Francia, essendo caduto dal ghiaccio strapiombante risultato a lui molto ostico. Ottimo il secondo posto del 17enne svizzero Yannick Glatthard, arrivato al top della via con soli venti secondi di ritardo sul coreano, un talento incredibile. Terzo posto per Alexey Tomilov e quarto l'altro giovane svizzero, Kevin Huser, 19 anni. Maxim Tomilov continua a guidare la classifica generale con un largo vantaggio su Park, anche se si dovrà aspettare l'esito della sesta tappa a Kirov in Russia, prima di poter decretare il vincitore.

Angelika Rainer sul podio di Champagny
Angelika Rainer sul podio di Champagny

La velocità è stata vinta dal russo Vladimir Kartashev su Vlad Golub ed Alexey Tomilov; la gara speed femminile invece è stata vinta da Ekaterina Feokistova davanti a Natalya Kulikova e Julia Oleynikova.