Select Page

Classifica secondo gigante Alta Badia 2021: De Aliprandini è sul podio

Alle ore 13.30 di domenica 19 dicembre 2021 ha preso il via la manche decisiva dello slalom gigante più atteso dell’anno, quello della Coppa del mondo maschile sulla pista Gran Risa dell’Alta Badia. Henrik Kristoffersen,tra le Dolomiti, ha ritrovato la gioia della vittoria. Seconda piazza appannaggio di Marco Odermatt; terzo Manuel Feller.

SWC Alta Badia_by Alessandro Trovati-Pentaphoto (2) (Groß) (1)Podio Gigante Alta ABDIA, 19.12.2021 – SWC Alta Badia_by Alessandro Trovati-Pentaphoto

Gli italiani in gara

Il miglore degli italiani in gara è stata il solito Luca De Aliprandini, quinto al termine. Ecco le dichiarazioni a caldo degli azzurri dopo la seconda manche (fonte www.fisi,.oerg):

Luca De Aliprandini: “Ho fatto un po’ più di fatica, come tanti visto che la pista ha cominciato a segnarsi un po’. Mi spiace per il piccolo errore a fine muro, perché mi ha impedito di prendere slancio fino al traguardo dove io solitamente sono molto forte sui raccordi. Domani avremo già un’altra occasione. Sono soddisfatto, dopo la prima manche in cui eravamo molto vicini alle prime posizioni ci avevo fatto un pensiero. Un’altra bella prova dopo la Val d’Isère, un’altra top five. Il podio? Fino a quando scierò bene per me non sarà un’ossessione. Io parto ogni gara per vincere, per giocarmi il podio, ma penso sia una cosa più statistica: l’importante è fare delle belle gare e divertirmi”.

Filippo Della Vite (qualificatosi per la seconda manche col pettorale 50): “Peccato perché era una bellissima possibilità scendere con una pista del genere, in condizioni perfette. Ci ho provato, forse nella prima parte non ho dato il meglio, ma poi purtroppo è arrivato l’errore. Un bellissimo segnale comunque, una prova che ci voleva perché dopo un inizio di stagione un po’ così, sono molto contento”.

Henrik Kristoffersen vince il Gigante in Alta Badia

La caduta al traguardo di River Radamus

Mathieu Faivre leader della 1a manche

La 1a manche di Luce De Aliprandini

IL RACCONTO DELLA GIORNATA

Henrik Kristoffersen torna a ruggire sulla Gran Risa. Due anni dopo il suo primo successo sulla pista incastonata nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, lo sgusciante norvegese è di nuovo là davanti a tutti, trionfando in rimonta nel primo dei due giganti previsti in questa spettacolare due giorni di Coppa del Mondo di sci in Alta Badia. Settimo dopo la prima manche, il ventisettenne scandinavo ha sfoderato una seconda discesa tutta di cuore e grinta, infiammando il pubblico tornato sugli spalti, mentre lo scorso anno lo spettacolo si era tenuto a porte chiuse a causa della pandemia. E proprio a chi l’ha sospinto verso l’impresa, ha rivolto le sue parole in italiano perfetto: «Grazie a tutti, ragazzi». Si tratta del quinto podio in Alta Badia per Kristoffersen, quattro dei quali ottenuti in gigante (2 vittorie appunto e 2 secondi posti) e uno in parallelo (secondo).

Si è dovuto accontentare della piazza d’onore Marco Odermatt, dominatore sin qui del Circo Bianco maschile. Il ventiquattrenne svizzero può comunque sorridere perché, grazie ai punti raccolti oggi, si conferma saldamente al comando sia della classifica di specialità (280 punti contro i 163 di Kristoffersen) sia di quella generale (533 contro i 405 dell’austriaco Matthias Mayer, l’inseguitore più ravvicinato). Il podio è stato completato dall’austriaco Manuel Feller che, come Odermatt, ha confermato la posizione ottenuta dopo la prima manche, mentre colui che era al comando dopo la prima metà di gara, Mathieu Faivre, è scivolato in sedicesima posizione finale.

Un lampo azzurro è arrivato grazie a un ottimo Luca De Aliprandini, quinto. Il trentunenne finanziere trentino si è confermato nelle posizioni alte della classifica dopo il quarto posto della scorsa settimana in Val d’Isère e tra meno di ventiquattr’ore proverà l’assalto a quel podio che non ha mai calcato in Coppa del Mondo, ma soltanto lo scorso febbraio ai Mondiali di Cortina, quando fu secondo. «Sicuramente è stata una bellissima gara e devo dire che i primi tre giganti stagionali sono andati molto bene perché sono stato molto costante, che è quello che volevamo con gli allenatori e su cui abbiamo lavorato – ha raccontato De Aliprandini -. Certo che, essendo sempre lì vicini, il rammarico aumenta sempre un po’ di più, però meglio di così non può essere. Domani cè un’altra gara e si riparte tutti da zero, con l’obiettivo di divertirsi e dare il massimo, poi vediamo come andrà»

L’Italsci non sale sul podio di gigante in Coppa del Mondo dal 18 dicembre 2016, quando Florian Eisath fu terzo qui in Alta Badia. Chissà che non possa essere proprio la Gran Risa a sfatare il tabù azzurro e personale per De Aliprandini. Domani, dunque, si replica con la prima manche che scatterà alle ore 10.00, mentre la seconda è in programma alle 13.30. La gara verrà trasmessa in tv in tutto il mondo e in Italia sarà visibile in diretta su Rai2, Raisport ed Eurosport 1.

Share This