Select Page

GARA DEL 29 GENNAIO 2023

Nuovamente in pista, a Cortina d’Ampezzo, con la Coppa del Mondo di sci alpino che vive il 6° supergigante maschile stagionale. Ecco come è andata:

PODIO FINALE

  1. Marco Odermatt 1:25.13
  2. Dominik Paris + 0.76
  3. Daniel Hemetsberger + 1.03

Gli altri italiani: 9° Guglielmo Bosca, 10° Christof Innerhofer, 18° Florian Schieder, 21° Matteo Marsaglia,

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Dopo aver vinto il primo superG, Marco Odermatt si prende anche il secondo. È stato un fine settimana da incorniciare per il fuoriclasse svizzero che a Cortina d’Ampezzo è stato imprendibile per tutti in entrambe le giornate di gara proposte da Fondazione Cortina. In un tracciato che si presentava in condizioni di neve perfette e con una tracciatura ostica (molti gli atleti usciti), Odermatt ha saputo interpretare al meglio le traiettorie e finire davanti a tutti, consolidando il primato nella classifica di specialità e pure nella generale della Coppa del mondo.

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

Ma il pubblico dell’Olympia delle Tofane si è entusiasmato non solo per l’imprendibile svizzero ma pure per il ritorno di un atleta che in questa stagione aveva fin qui faticato, Dominik Paris. Partito con il pettorale 1, l’azzurro della Val d’Ultimo ha sciato bene, molto bene, tanto da rimanere a lungo leader della gara. Solo Odermatt (partito con il pettorale 11) l’ha buttato giù dal primo gradino del podio. Paris è comunque rimasto fino alla fine sul secondo gradino, portandosi a casa il primo podio stagionale. 76 i centesimi che hanno separato i due. Il terzo posto è andato all’austriaco Daniel Hemetsberger, staccato di 1”03. A completare la top five il tedesco Andreas Sander e l’austriaco Vincent Kriechmayr. Da applausi Paris ma da applausi l’Italia tutta che oltre all’altoatesino piazza nella top ten altri due atleti, Guglielmo Bosca, nono, e Christoph Innerhofer, decimo.

230129_podi_CortinaSkiWorldCup2023_©Zenoni_.jpg429.01.23, podio maschile SG Cortina Ski World Cup 2023 – foto ©Zenoni

«È stato un fine settimana perfetto qui a Cortina: la mia fiducia, dopo il breve stop dovuto all’infortunio patito a Kitzbühel, è tornata piena e la mia sciata è tornata liscia» commenta Marco Odermatt. «Abbiamo gareggiato con meteo e pista stupendi, anche se la tracciatura non era per nulla facile. In un paio di passaggi ho rischiato di saltare ma mi è andata bene. Ho rafforzato la mia posizione di leader di Coppa del mondo ma da qui alla fine della stagione mancano ancora tanti appuntamenti e, come dimostra quanto mi è accaduto a Kitzbühel, basta un nulla per finire nelle reti e perdere tutto. Oggi è andata male a Kilde ma Alksander è sempre lì: ci attendono ancora tante battaglie. Ora una piccola pausa, per ritrovare la freschezza in vista dei Mondiali».

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

«Non mi aspettavo di salire sul podio» così Dominik Paris. «Non era facile da interpretare questo tracciato e scendendo con il pettorale 1 non avevo grandi riferimenti. Ma stamattina mi sono fatto una buona idea e sono riuscito a fare quello che avevo programmato. È un podio che dà grandi stimoli in vista del Mondiale»

«Mentre scendevo non mi pareva di sciare granché bene, ho corretto varie volte le traiettorie» dice Daniel Hemetsberger. «Quando sul tabellone ho visto che avevo fatto il terzo tempo, non ci volevo credere. Sono, naturalmente, molto contento del risultato».

Alpine Ski World Cup 2022/2023 Kronplatz (ITA), Dominik Paris (ITA), 29/01/2023, Photo Gabriele Facciotti/Pentaphoto

Alpine Ski World Cup 2022/2023 Kronplatz (ITA), Dominik Paris (ITA), 29/01/2023, Photo Gabriele Facciotti/Pentaphoto

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

«Non era la mia giornata» commenta Aleksander Aamodt Kilde. «Ho sbagliato, come molti altri atleti, forse perché ho spinto troppo e invece avrei dovuto tenere un po’ di più. Fa parte del gioco, del resto. Sono uscito ma per fortuna non mi sono fatto male: solo un po’ di delusione».

“5 podi in 5 gare, un successo per tutto lo sci italiano sia maschile che femminile e un successo per Cortina che ha dimostrato di saper ospitare le competizioni di sci alpino di velocità in piena sicurezza e con un’organizzazione logistica per atleti e ospiti impeccabile. Questa è l’espressione di cosa l’Italia, la Regione Veneto e Cortina sono in grado di trasmettere al mondo. La regina delle Dolomiti si conferma così pronta a sfide sempre più importanti. La macchina organizzativa è rodata alla perfezione, di qui ai Giochi olimpici invernali del 2026 non possiamo che migliorare ancora e diventare benchmark a livello internazionale» hanno dichiarato congiuntamente il sindaco di Cortina, Gianluca Lorenzi, e il presidente di Fondazione Cortina, Stefano Longo, a chiusura della gara di oggi sull’Olympia delle Tofane. Un commento positivo giunge anche dal presidente Fisi Flavio Roda che ha aggiunto «Cortina si è superata e riceve i complimenti sia dalla FIS in particolar modo, ma anche da tutte le nazioni perché ancora una volta abbiamo trovato una gran pista ma anche un grande comitato organizzatore che ha lavorato per una preparazione unica per questa stagione. L’Italia ha conquistato due podi in due giorni, presentandosi con una squadra che sta crescendo. Questo fa ancora più piacere perché i nostri ragazzi, anche in questi giorni alla prova con tracciati impegnativi, hanno dimostrato di saper sciare bene. Bisogna fare i complimenti ai nostri ragazzi che hanno tenuto duro e dimostrato molto».

Per approfondimenti: cortinaskiworldcup.com

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

I VIDEO DI EUROSPORT PLUS

Marco Odermatt vince il SuperG 2 di Cortina

Dominik Paris secondo in SuperG

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

La caduta di Mattia Casse

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

L’uscita di Aleksander Kilde

GARA DEL 28 GENNAIO 2023

La Coppa del mondo di sci alpino maschile è tornata a Cortina d’Ampezzo per disputare un supergigante, il 5° della stagione 2022-2023. Ecco come è andata:

PODIO FINALE

  1. Marco Odermatt 1:25.57
  2. Aleksander Aamodt Kilde + 0.35
  3. Mattia Casse + 0.49

CRONACA DELLA GIORNATA

Cortina d’Ampezzo (Belluno), 28 gennaio 2023 – La legge di Sua Maestà Marco Odermatt sulla Olympia delle Tofane. È il fuoriclasse svizzero, leader della graduatoria generale della Coppa del mondo, il vincitore del primo dei due superG di Cortina d’Ampezzo, gare proposte da Fondazione Cortina che sono il recupero di quelli non disputati nelle settimane scorse a Lake Louise e in Val Gardena. Al rientro alle gare dopo un breve stop che, in seguito alla caduta patita a Kitzbühel una settimana fa, gli ha fatto saltare la seconda discesa di Kitzbühel e il gigante di Schladming, Odermatt è stato autore di una prova che lo conferma riferimento assoluto del circo bianco, sciando benissimo in particolare nella seconda parte di gara, su un tracciato assolutamente non banale sul quale in diversi hanno commesso errori fatali. Odermatt davanti a tutti, dunque. In seconda posizione il norvegese Aleksander Aamodt Kilde, staccato di 35 centesimi. L’elvetico e il “vichingo” consolidano così ulteriormente la prima e la seconda posizione nella generale di Coppa del mondo (e nella graduatoria di specialità). Grande terzo posto per Mattia Casse, al terzo podio stagionale e della carriera, il primo in superG. 49 i centesimi di distacco di Casse dalla vetta. A completare la top five due austriaci, Stefan Babinsky e Vincent Kriechmayr. A infiammare il pubblico di Cortina oltre a Casse, c’è stato un altro azzurro, Matteo Marsaglia, partito con il pettorale 49 e decimo al traguardo.

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

230128_podio _CortinaSkiWorldCup2023_©Zenoni_228.01.23, podio  Cortina Ski World Cup Men SG 2023 – foto ©Zenoni

«Il tracciato era abbastanza complicato oggi» afferma Marco Odermatt. «Noi specialisti del gigante eravamo chiamati a sciare bene nella parte tecnica: ci sono riuscito, quindi sono molto soddisfatto del risultato. Dopo la caduta di Kitz non sono ancora al 100%. Dopo la gara di domani avrò bisogno di qualche altro giorno per recuperare dall’infortunio al ginocchio, anche in vista degli imminenti campionati mondiali».

«Bellissimo gareggiare qui: per me è la prima volta a Cortina (ai Mondiali del 2021 era infortunato, ndr) e devo dire che è un posto fantastico» così Aleksander Aamodt Kilde. «La pista era preparata al meglio e il tracciato era davvero impegnativo. Sono contento di come ho sciato. Per il superG di domani, però, devo sistemare alcuni dettagli e spingere di più in alcuni passaggi. Odermatt? È un grandissimo atleta, bravissimo a recuperare dopo l’infortunio patito a Kitzbühel. Domani, naturalmente, cercherò di batterlo».

IL TRENINO DEL BERNINA BANNER 600

«Ottenere un podio in superG, dopo quelli in discesa, è bellissimo. E bellissimo è farlo in una cornice stupenda come quella di Cortina» commenta Mattia Casse. «La mia stagione? Solida. La solidità è quello che ho cercato e che cercherò anche per il futuro».

Alpine Ski World Cup 2022/2023 Kronplatz (ITA), Mattia Casse (ITA), 28/01/2023, Photo Gabriele Facciotti/PentaphotoAlpine Ski World Cup 2022/2023 Kronplatz (ITA), Mattia Casse (ITA), 28/01/2023, Photo Gabriele Facciotti/Pentaphoto

«A 33 anni di distanza Cortina ha ospitato nuovamente la Coppa del Mondo maschile, un onore che non potevamo celebrare meglio se non con un podio di Mattia Casse. A lui e a tutti gli atleti i migliori complimenti» dice Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina. «Una sfida anche per il grande team di Fondazione Cortina che si è dimostrato all’altezza di questo appuntamento, un appuntamento al quale sono intervenuti anche campionissimi dello sport come Giacomo Agostini e Jannik Sinnerassieme al campione di casa Kristian Ghedina e al presidente Fis (federazione internazionale dello sci, ndr) Johan Eliasch. In questi giorni però abbiamo anche raccolto il sigillo degli ospiti con disabilità che hanno valutato positivamente l’accessibilità dell’area: uno sprone per prepararci ancora meglio ad ospitare gli sportiviparalimpici per lo snowboard dal 7 al 9 febbraio e poi lo sci alpino paralimpico dal 14 al 17 marzo. Cortina, Fondazione e i suoi partner sono determinati a diventare la casa di tutti»!

Per la giornata di domani, domenica 29 gennaio, il programma prevede un altro superG, con partenza alle 10.15.

Per approfondimenti: cortinaskiworldcup.com

I VIDEO DI EUROSPORT

MARCO ODERMATT VINCE IL SUPER-G DI CORTINA

MATTIA CASSE: 1° PODIO IN SUPER-G

Innerhofer inforca sull’Olimpia delle Tofane

GLI ITALIANI DICHIARANO AL TERMINE (FONTE FISI)

Mattia Casse: “E’ bello riconfermarsi, con un podio di valore in un’altra disciplina insieme a Odermatt e Kilde. Sono sulla strada giusta. Bisogna battere il chiodo finché è caldo, sciando solidi e facendo velocità. Ho sciato forte, e anche i dossi mi sono venuti bene. Alla fine, è venuta fuori una gran prestazione. Ai Mondiali voglio spingere, sciare forte e divertirmi. Sono molto contento di questo podio in supergigante, una disciplina in cui ho avuto i primi risultati in Coppa del mondo. Quelli davanti non sono distanti, ma nella prossima chissà. Mi sto avvicinando come tempi ma ognuno fa il suo percorso, noi cercheremo di farci trovare pronti”.

Dominik Paris: “Non so perché non gira nel verso giusto in questo momento, continuo a commettere errori. Va un po’ meglio rispetto ad inizio stagione, finché non si riesce a portare tutto fino al traguardo non ha molto senso”.

Share This