Select Page

La Coppa del Mondo FIS di sci in Val Gardena festeggia il suo giubileo per i 50 anni.

Il 2 settembre Santa Cristina sarà il grande palcoscenico della festa e attende gli eroi-italiani, chi ha fatto la storia e chi la sta facendo. Assieme ai tifosi della valle e a tutti i membri del Comitato organizzatore, vivranno i ricordi degli ultimi cinque decenni.

Si chiamano Gustav Thöni, Kristian Ghedina, Herbert Plank, Much Mair e Peter Fill, Dominik Paris, Werner Heel e Christof Innerhofer e hanno lasciato tracce indelebili nelle gare della Val Gardena. Tutti loro, proprio come i beniamini locali Werner Perathoner e Peter Runggaldier, saranno attesi il primo sabato di settembre a Santa Cristina. In una riproduzione della Saslong, nella via principale del paese saranno ricordati i loro successi. “Deve essere una festa per tutta la valle, una vera e propria festa popolare a cui i fan dello sci non possono assolutamente mancare”, spiega Rainer Senoner, presidente del Comitato Organizzatore (CO). “Non mancheranno anche tutti i nostri ex collaboratori del CO, che hanno contribuito a rendere la Val Gardena una sede della Coppa del Mondo, facendola conoscere in tutto il pianeta”.

Di recente ha avuto luogo l’assemblea generale del Saslong Classic Club. Il CO ha gettato uno sguardo alle gare svoltesi con successo lo scorso dicembre, ma non solo, perché ha svelato anche le prossime innovazioni. “Il Villaggio-FORST alle Gobbe del Cammello e il Südtirol Trophy, in collaborazione con le gare in Alta Badia, sono stati un successo, e abbiamo rivalutato la manifestazione”, hanno sottolineato il presidente Senoner e l’amministratore delegato Stefania Demetz, che ha anche riportato una positiva situazione finanziaria.

Il momento clou dell’assemblea è stato la nomina di Edmund Dellago a presidente onorario, oltre all’ulteriore assegnazione della benemerenza ai collaboratori di lunga data.

C’è stato un cambiamento nel ruolo di responsabile della comunicazione. Gernot Mussner, dopo oltre 30 anni e tre mandati da vicepresidente, ha rassegnato le dimissioni. Il suo successore è il 35enne Wolfgang Resch di San Paolo/Appiano, membro del CO dal 2001, che ha svolto diverse funzioni. Alle sue spalle ha una notevole carriera nel mondo dei media sportivi e di recente ha lavorato per sette anni nell’ufficio della comunicazione della FIFA.