Select Page

Questa è una storia alpina davvero bella da raccontare, perchè il suo inizio ci riporta sulle Dolomiti ladine, sul finire degli anni ’60 del secolo scorso. In Val Gardena, nel 1969, per la prima volta, fu organizzata una discesa di Coppa del Mondo di sci alpino. L’anno successivo, la valle ospitò i mitici Campionati mondiali del 1970 e da allora la Saslong è sempre stata un appuntamento fisso nel calendario della Coppa del Mondo maschile.

Quest’anno si celebrano i primi 50 anni della Coppa del Mondo di sci in Val Gardena: “Con questi festeggiamenti vogliamo celebrare la grande tradizione della Val Gardena come località di Coppa del Mondo. In questi 50 anni la Valle ha fatto tanto ed è diventata uno dei luoghi più conosciuti sulla mappa dello sci”, dice Rainer Senoner, presidente del Comitato organizzatore. “La Coppa del Mondo ha fornito in questo senso un contributo importante”.

Per quanto concerne l’edizione 2017 di Saslong Classic, l’appuntamento è per il 15 e 16 dicembre. Quest’anno, la due giorni ai piedi del Sassolungo sulla celeberrima Saslong,  assumerà un significato particolare proprio pe ri festeggiamenti del Giubileo dei 50 anni di Coppa del Mondo.

La prima gara sulla pista Saslong sarà il supergigante maschile, con partenza alle ore 12:15 di venerdì 15 dicembre. Nel 2016 a vincere fu il norvegese Kjetil Jansrud.

A seguire, sabato 16 dicembre 2017, si aprirà il cancelletto della mitica discesa libera maschile di Coppa del Mondo, che vide primeggiare nell’edizione 2016 l’austriaco Max Franz.

In Val Gardena, durante la settimana della Coppa del Mondo, si respira un’atmosfera unica, tra mercatini di Natale, presepi in legno, feste e premiazioni, profumo di cannella e vin brulèe, … e ancora sfilate di tifosi e incontri con i campioni dello sci.