Select Page

Notoriamente una località da Vip, Cortina, che negli ultimi anni ha subito qualche trasformazione – a quanto sembra – non gradita agli dei in terra: leggi Sting e Marta Marzotto, per esempio.

Il cantautore inglese, dopo due giorni nella nota località, ha rifatto le valigie e se ne è andato. Dove non si sa. Ma si sa il perché della fuga: non perché il tempo fosse brutto o la neve non di suo gradimento, ma perché la gente non lo lasciava in pace. In buona sostanza l’ex leader dei Police ha fatto presente come Cortina sia oramai diventato un luogo frequentato da molti, anzi da troppi, non in grado di rispettare la sua privacy perché troppo poco Vip. Ognuno fa quello che gli pare e va dove gli pare; e – pare – dice quel che gli pare; ma magari evitando di tacciare di maleducazione tutti gli italiani …



Marta Marzotto, stando ai ben informati paparazzi alpini, da oltre 40 anni frequentatrice delle nevi di Cortina d’Ampezzo, ha dato ragione a Sting. Sono cambiati gli ospiti, i turisti, il grande pubblico, un tempo solo di elite. Oggi nessuno rispetta la privacy della Marta e allora Cortina è capitolo chiuso.



Quel che forse preoccupa maggiormente è che il problema non si ferma ai comuni mortali, ma si estende anche ai Vip cosiddetti di categoria ‘inferiore’, ossia coloro che sono venuti ala fama magari solo attraverso il piccolo schermo o grazie a qualche rivista scandalistica. Pare allora che i super Vip non gradiscano neppure la presenza dei piccoli Vip: Walter Nudo in moto slitta; Carmen Russo e compagno in slittino; la Ruta che gioca a palle di neve coi figli.



Insomma, per taluni – per citare una pellicola bondiana – ‘il mondo non è abbastanza’. O forse sono troppe le altre persone… Nel dubbio, la certezza è che Cortina resta Cortina.

a.b.