Select Page

“Chreschen-eje” vale a dire “Prato di crescione”, questa pare sia la derivazione del toponimo di Gressoney, paese della Valle d'Aosta con un'antica storia, strettamente legata alla cultura Walser; il paese, non poteva non conservare anche nella denominazione l’antico dialetto, il Titsch, oltre naturalmente alle tradizioni, all'architettura e ai costumi. Andiamo a conoscere, in compagnia di Herno, questa bella località, paradiso degli sport invernali e dell'escursionismo estivo.

Sono due le realtà che insieme formano quest’entità territoriale e culturale situata nella Valle del Lys: la prima è Saint Jean, a m.1.385 con i suoi villaggi Walser, la chiesa cinquecentesca, le ville ottocentesche, il castello Savoia e il Giardino Alpino, l’Alpenfaunamuseum con la collezione di trofei e di armi, ma anche le piazzette ed il parco del Lago Gover. Qui, durante la stagione invernale si può sciare sulle mitiche piste del Weissmatten, fra cembri secolari e laghetti ghiacciati o sulla pista nera con i tracciati agonistici “Leonardo David”.

Ma Saint Jean è anche un vero  paradiso per gli appassionati di sci di fondo che hanno a disposizione anelli per ogni difficoltà, tra loro collegati, per una lunghezza totale di 22 km, ai quali vanno aggiunti i 5 chilometri di pista di Gressoney La Trinité. Tracciati sui quali oramai da anni si svolgono sia la mitica “Monterosalauf”, che alcune prove dei Campionati Italiani Assoluti. Nella zona del lago Gover si trova inoltre lo chalet della Scuola Sci Fondo Gressoney, che funge anche da biglietteria.

Sci di fondo a GressoneySci di fondo a Gressoney

La seconda è La Trinitè, a m. 1.637, cuore pulsante del comprensorio sciistico Monterosa Ski: 180 chilometri di piste, quasi tutte dotate di innevamento artificiale, 67 percorsi differenti, immersi in paesaggi mozzafiato, sempre al cospetto del Monte Rosa, 40 piste per sciatori intermedi, 20 per principianti, 6 piste "nere" per i più esperti e una pista arancione dedicata al boarder cross. Il comprensorio del Monterosa Ski è punto di partenza ideale per godere dei collegamenti intervallivi con Champoluc e con Alagna, qui, tra il Gabiet e la zona di Punta Jolanda è possibile effettuare un piacevole percorso interno, dove spicca la storica pista “Gialla”, tracciato avvincente riservato agli sciatori più esperti.

Sci sulle nevi di Gressoney Freeride a Gressoney

Completano l’offerta invernale di Gressoney, le cascate di ghiaccio, che sono un'irresistibile attrazione per molti appassionati dell'arrampicata, una sfida aperta, che anche nelle valli del Rosa si pratica con le Guide Alpine che garantiscono di volta in volta ai loro clienti un'attenta valutazione delle condizioni di sicurezza. Altro fascino straordinario per chi ha il gusto dell'alternativo, sono le avventure guidate nei fuoripista con gli sci o lo snowboard nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza. Infine, un'attività fisica alla portata di tutti e poco dispendiosa  è senz’altro un'escursione con le ciaspole, che permette anche a chi non scia un'esperienza davvero suggestiva e coinvolgente e di godersi al massimo la veste invernale della Valle del Lys.

Alpinismo a Gressoney Monte RosaAlpinismo a Gressoney Monte Rosa

Ma Gressoney non è solo sport, tra le cose da scoprire ci sono certamente il dialetto locale, il Titsch, che, pur con le prevedibili variazioni e diversificazioni dovute a un lento processo di contaminazione, ancora riecheggia nelle sue varianti di chiara derivazione tedesca. L’architettura, con le sue  caratteristiche Stadelhaus, ancora rivela, nel suo impianto e nei materiali, un’antica identità agricola. E il senso religioso e magico ancora fortemente radicato, così come testimoniano i molti edifici di culto di antica costruzione e il ricordo di altari domestici, i cosiddetti Herrgottswinkel, angoli destinati alla preghiera. Inoltre, lungo le vie del paese, non stupisce incontrare nei giorni di festa donne vestite nel loro ricco e colorato costume tradizionale.

Dotata di strutture ricettive e moderni impianti sportivi, Gressoney anche durante l’estate, offre la possibilità di vacanze memorabili e occasioni di divertimento, a tale proposito si è dotata di un Centro sportivo “coperto” tra i più completi e moderni della Valle d’Aosta, che ospita al suo interno un palazzo dello sport con più di 400 posti a sedere, una piscina regolamentare da 25 metri, palestra fitness, boulder d’arrampicata, campo da squash, campo prova coperto per il golf, sauna. Un auditorium-sala congressi-cinema attrezzata e dotata anche di proiettore 3D con 132 poltrone e una sala riunioni attrezzata per piccole mostre completano le strutture. Ma si è dotata anche di un palazzetto dove praticare basket, volley, calcetto indoor, acrobatica, handball, ginnastica, preparazione atletica e tutti gli sport da palestra che possono essere praticati grazie alle dotazioni tecniche di cui questa struttura dispone.

Il borgo di GressoneyIl borgo di Gressoney

All’esterno invece, la rete di sentieri di Gressoney propone passeggiate, ideali per le famiglie attraverso boschi e prati dove fermarsi per trascorrere la giornata al cospetto di panorami unici fino alle ardite scalate alle cime del Monte Rosa, ma anche lezioni gratuite di nordic walking con partenza e ritrovo presso il lago Gover. Esperienza intermedia potrebbe essere il TMR (Tour del Monte Rosa), panoramico itinerario che si sviluppa intorno al Monte Rosa, toccando le suggestive località delle sue vallate, sia italiane che svizzere, con un percorso circolare idealmente suddiviso in 9 tappe, il TMR era in gran parte utilizzato dalle antiche popolazioni Walser per gli scambi commerciali da valle a valle, anche lo scienziato svizzero Horace Benedict de Saussure, pioniere dell'alpinismo, lo percorse nel lontano 1789.

Per gli amanti del downhill sono invece disponibili percorsi diversi per mountain bike, oltre alla nuova pista per esperti situata nell'area degli impianti di risalita di Gressoney la Trinité, tra la località di Punta Jolanda e Edelboden Superiore. Per gli appassionati del golf c’è invece l’ultimo nato tra i campi da golf valdostani, il Golf Club Gressoney Monte Rosa, con il suo percorso a 9 buche con fairways relativamente stretti, green ben protetti, pendenze che aumentano le difficoltà, oltre alla costante presenza d'acqua. Situato 200 m. oltre il centro di Gressoney Saint Jean, in una zona in cui la valle si apre al respiro dell'immenso panorama sul Monte Rosa, è giocabile dai primi di giugno ad autunno inoltrato. Il driving range è dotato di piccolo chalet per le prenotazioni del maestro e ospita 15 piazzole, di cui tre coperte, ed un putting green con bunker.

Gressoney nella stagione estiva
Gressoney nella stagione estiva

Anche per gli amanti del relax la valle del Lis si è saputa attrezzare, a Gressoney-Saint-Jean sono molte le strutture ricettive dotate di tutti i comfort e gli alberghi sono quasi tutti dotati di centro benessere. La cucina gressonara invece, è caratterizzata da molti piatti tipici e prodotti gustosi a base di Toma. In queste valli c’è la cultura dei formaggi, qui la Toma viene prodotta negli alpeggi ad altitudini che superano i 2000 metri. A tale proposito è stato approntato un percorso enogastronomico dove il turista ha la possibilità non solo di riscoprire gli antichi sapori della montagna, ma anche di visitare gli alpeggi, dove conoscere i diversi processi di caseificazione.


Herno, collezione donna Winter 2014-2015

Herno, Collezione donna Winter 2014-2015
Il cappotto dal taglio lineare con mancihe 3/4 è realizzato in  maglia di lana agugliata con lana cotta e spruzzata di micro paillettes, moderatamente sgargianti.

 

 

 

 

 

Herno, collezione uomo Winter 2014-2015

 

Herno, Collezione uomo Winter 2014-2015
L’esperienza delle cuciture ad ultrasuoni e dei tagli laser viene applicata al jersey di lana per il parka dalla linea estremamente fluida e avvolgente, ma dalla pulizia impeccabile.

 

 

 

 


Le tappe precedenti del viaggio di Herno sulle Alpi: