Select Page

Oltre ai festeggiamenti per il 150 anni della Fondazione del CAI nazionale che, come noto, ha avuto come epicentro Torino grazie all’iniziativa di Quintino Sella, questo 2013 contraddistingue il Capoluogo piemontese per un altro compleanno: i 100 anni della Sezione U.G.E.T. del CAI.

L’Unione Giovani Escursionisti Torinesi, infatti, è stata fondata nel 1913, precisamente il 9 marzo, grazie all’intuizione di 5 giovani ragazzi di allora. La storia della sua nascita è ben raccontata nel volume edito dal CAI U.G.E.T. per l’occasione, Cent’anni di emozioni. 1913 – 2013, e vale la pena di riportarla brevemente.

Andiamo al 9 marzo 1913, quindi, alle 4 di notte,quando i cinque ragazzi decisero di partire da Torino per salire il Monte Musinè (la montagna magica caratteristica di Torino, alta 1.150 m, e visibile grazie alla croce bianca installata sulla punta), all’imbocco della Val Susa, che raggiunsero dopo 11 ore di cammino. Arrivati in punta, fondarono ufficialmente la Sezione.
Alla volta del secolo di storia, la Sezione U.G.E.T. di Torino è una realtà viva e consolidata nel panorama piemontese, che vanta 3 scuole (Alpinismo, Scialpinismo e Fondo e fondo escursionistico), numerose iniziative che accompagnano i soci durante l’intero anno e, ultimo ma non ultimo, la gestione di 3 importanti rifugi (Gonella, Guido Rey e Monte Bianco) e 4 bivacchi.

Non ci resta che augurarne altri 100 di questi anni!

foto: archivio DiscoveryAlps