Select Page

The North Face®, leader mondiale nel settore dell’abbigliamento, dell’attrezzatura e delle calzature outdoor tecnicamente d’avanguardia, festeggia gli eccezionali risultati degli atleti statunitensi Mike Wolfe e Mike Foote, arrivati rispettivamente al 2° e al 5° posto nella 7a edizione della The North Face® Lavaredo Ultra Trail, che si è svolta il 29 giugno 2013 a Cortina.
 
Il programma della corsa di quest’anno è stato cambiato e ridotto a causa di condizioni atmosferiche quasi invernali: i 30 centimetri di neve caduti sui sentieri d’alta quota, in particolare sulle zone delle Tre Cime di Lavaredo, della Val Travenazes, delle Cinque Torri e del Passo Giau, hanno costretto l’organizzazione a posticipare la partenza della gara a sabato mattina alle 8, accorciando il percorso da 118 a 85 chilometri. Questi imprevisti dell’ultimo minuto non hanno tuttavia influito sull’entusiasmo dei 745 runner, sostenuti da una folla di tifosi di nazionalità diverse, che li hanno accolti insieme al bel tempo, al sole e a temperature miti.
 
Sin dall’inizio gli atleti The North Face® Mike Wolfe e Mike Foote hanno dettato il ritmo della gara, raggiungendo il check point di metà percorso a Misurina (42 km) in piena forma e pronti a conquistare la vittoria. In seguito ai cambiamenti imprevisti apportati al percorso, però, i due atleti americani si sono persi e hanno proseguito verso le Tre Cime di Lavaredo invece di svoltare verso la Val Rienza, percorrendo 6 km e un 500 metri di dislivello in più fino al rifugio Auronzo, previsto dal percorso originale della gara. I due runner si sono quindi trovati rispettivamente in nona e decima posizione, con 30 minuti di ritardo rispetto al leader della corsa e hanno ripianificare la loro gara.
 
Mike Wolfe è riuscito a tagliare il traguardo con un eccezionale secondo posto
, superando ben sette runner, tra cui l’italiano Ivan Geronazzo, nella discesa finale dal Lago Ghedina. “Quando mi sono reso conto di aver corso seguendo il percorso sbagliato per 45 minuti ero sconvolto, ma non volevo abbandonare la gara”, spiega Mike Wolfe. “Ho ricominciato a correre, dando davvero il massimo. Non riesco ancora a credere di aver ottenuto il secondo posto e sono orgoglioso anche del mio compagno di squadra, Mike Foote, che è arrivato quinto. È stata una gara fantastica, in un paesaggio davvero eccezionale”.
 
“Entrambi abbiamo perso molto tempo ed energia, ma abbiamo mantenuto la concentrazione incitandoci a vicenda secondo il vero spirito di squadra”, commenta Mike Foote. “Riprendersi da questo imprevisto è stata una vera sfida: c’è stato un momento in cui ero molto scoraggiato ed è stato difficile recuperare, ma ora sono davvero stupito dai risultati di oggi. Il panorama e lo scenario erano davvero emozionanti, non ho mai corso in una location simile in tutta la vita!”

CREDITS: Story.Teller Collective.