Select Page

Anton Krupicka e Rory Bosio, entrambi atleti statunitensi, hanno vinto l’ottava edizione della The North Face® Lavaredo Ultra Trail. La Cortina Trail, short distance dell'evento, è andata al tedesco Fabian Schnekenburger e per Lara Mustat.

Mille atleti provenienti da 56 nazioni hanno affrontato il percorso più lungo di 119 chilometri e con 5.850 metri di dislivello positivo. La partenza è stata data alle ore 23 di venerdì 27 giugno da Corso Italia, nel cuore di Cortina d’Ampezzo. Il percorso inizialmente ha fatto rotta verso le Tre Cime di Lavaredo, per attraversare in seguito luoghi di incredibile bellezza come la Croda Rossa, Passo Falzarego, le Cinque Torri, Passo Giau, e Croda da Lago.

The North Face® Lavaredo Ultra Trail, la partenza

L’americano Krupicka, alla sua prima apparizione in Italia, ha vinto con il tempo di 12:42’31’’, in seconda posizione il connazionale Mike Foote, con il tempo di 12:57’38’’. Krupicka, con il suo look minimalista e stravagante in questi giorni di permanenza nella conca ampezzana, ha conquistato molti fans che lo hanno applaudito e festeggiato per tutto l’ultimo tratto di gara come se fosse un atleta di casa. A completare il podio è stato il lituano Gediminas Grinius, con il tempi di 13:01’22’’. Da segnalare l'ottima prestazione di Ivan Geronazzo, sesto al traguardo e primo italiano in classifica.

The North Face® Lavaredo Ultra Trail, di notte

Krupicka è partito stando a guardare cosa facevano i suoi diretti avversari. Al terzo checkpoint di Federavecchia è transitato per primo Gediminas Grinius inseguito da Iain Don-Wauchope. Al controllo successivo, quello del rifugio Auronzo, Krupicka aveva già preso la prima posizione. Alle sue spalle un Fulvio Dapit scatenato che addirittura al passaggio di Cimabanche aveva guadagnato la prima posizione. Dapit, purtroppo prima di transitare a Col Gallina è stato costretto al ritiro lasciando via libera a Krupicka. Nella salita verso il Rifugio Averau, il lituano manteneva la seconda posizione che poi ha dovuto lasciare a Mike Foote.

Le posizioni nell’ultima discesa non cambiano, Krupicka iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della The North Face® Lavaredo Ultra Trail, Foote e Grinius confermano rispettivamente la seconda e terza posizione.

The North Face® Lavaredo Ultra Trail, passaggio in quota

In campo femminile è stata pura battaglia sportiva tra la fuoriclasse americana Rory Bosio (team The North face) e l’italiana Francesca Canepa (Team Montura), inizialmente è stata la Bosio a prendere il comando della gara, poi al passaggio in forcella Lavaredo è passata per prima Francesca Canepa. Poi l’atleta italiana è stata superata dalla Bosio che ha incrementato il suo vantaggio sino a chiudere con il tempo di 14:29’54’’. La Canepa conferma la seconda posizione con 14:45’55’’. Katia Fori dopo una gara sempre all’attacco è riuscita a guadagnare la terza posizione con dopo quasi 16 ore di gara.

The North Face® Lavaredo Ultra Trail: fatica e felicità

Cortina Trail (47 chilometri e 2.650 metri di dislivello). A dominare è stato il tedesco Fabian Schnekenburger con il tempo di 4:37’28’’ davanti al cortinese Manuel Speranza e a Domenico Longo. In campo femminile vittoria per Lara Mustat con 5:51’05’’. Anja Maurer e Sylvaine Cussot sono rispettivamente seconda e terza.