Select Page

Sabato 18 e domenica 19 settembre le guide alpine della Valle d’Aosta si ritrovano a Valpelline per la prima Festa regionale delle Guide. Al di là delle sfilate promozionali di ferragosto, da tempo tra i professionisti dell’alpinismo sentivano la necessità di un momento di incontro tra di loro. Le generazioni si susseguono e guide e aspiranti, occupati durante la stagione estiva con il lavoro, hanno sempre meno occasioni per incontrarsi e rinsaldare quei legami di amicizia che sono alla base di questa professione.

L’occasione per festeggiare viene dal cinquantesimo anniversario della fondazione della Compagnie des Guides de la Valpelline, che si è quindi data da fare per organizzare l’incontro. Oltre a tutti gli iscritti all’Uvgam (Unione valdostana guide di alta montagna) sono state invitate le guide delle Società confinanti, Alagna, Arolla, Canavese, Chamonix, Saint-Gervais, Verbier e Zermatt.

Sabato 18 settembre alle 16,30, nel salone dell’alpinismo di Valpelline, si terrà una tavola rotonda sul tema “Il ruolo della guida alpina come operatore nella/della cultura delle Alpi”. Interverranno Annibale Salsa, antropologo e past president del Club Alpino Italiano, Marco Onida, presidente della Convenzione delle Alpi, Massimo Anile, scrittore, nonché cliente e amico di Ettore Bionaz e Roberto Del Col, aspirante guida alpina della Compagnie di Valpelline e insegnante dell’Institut Agricole.

Domenica 19 settembre, rendez-vous alle 9 per la Santa Messa nella Parrocchiale di Valpelline.  Il programma prevede poi la visita alla mostra “Guide & Montagne della Valpelline” nel Salone dell’Alpinismo, antistante la chiesa. La mostra ripercorre il mezzo secolo di vita della Compagnie con le guide alpine protagoniste sulle montagne della Valpelline e del mondo. Seguirà la sfilata delle guide fino all’area Pro loco dove si terranno gli interventi delle autorità regionali e locali e verrà consegnato il “Piolet alla carriera” al decano della guide valdostane Ferdinando Gaspard.

La festa delle Guide della Valle d’Aosta si svolgerà in concomitanza con l’annuale fiera del bestiame di Valpelline, a sottolineare i profondi legami degli alpinisti con gli aspetti più tradizionali della montagna.

Pranzo a pagamento organizzato dalla Pro Loco di Valpelline

foto. Ferdinando Gaspard, guida alpina valdostana, indossa l'abito tradizionale da cerimonia