Select Page

Con 19 edizioni di prestigio alle spalle, ritorna sul lago Maggiore per il 20esimo anno consecutivo il New Orleans Jazz Ascona. Dal 25 giugno al 4 luglio 2004 sarà grande musica, a cominciare dai grandi numeri: 300 musicisti, 200 concerti per 10 giorni, 18 ore su 24 di jazz al giorno.

Il Noja non ha praticamente più bisogno di presentazioni ed è ad oggi uno dei principali eventi a livello mondiale – e il più importante del vecchio continente – dedicato al jazz tradizionale e classico. Ogni anno ad Ascona, in Ticino, nella porzione di terra tra lago e montagna decine di migliaia di persone (80mila l’anno scorso) porgono orecchie alla grande proposta musicale ‘profumo di New Orleans’. Sul lungolago di Ascona verranno montati come sempre 5 palchi quasi adagiati sulle acque lacustri che ospiteranno a turno gli artisti impegnati a far musica. Ma a ciò va aggiunto un contorno – ben più che una cornice – fatto di molte produzioni speciali allestite esclusivamente per il festival, e la possibilità per gli appassionati di intrattenersi con i musicisti prima e dopo i concerti: gli artisti stessi amano in modo particolare Ascona e non è raro trovarli passeggiare e vivere il festival nella piazza, e magari salire sul palco per unirsi ai propri colleghi in estemporanee jam session. Si suona, soprattutto. E lo si fa praticamente ininterrottamente dalle 11 alle 5 del giorno successivo: 18 ore live.



Chi suona? La scelta musicale celebrativa il 20esimo traguardo del festival è spettata al giovane direttore artistico Nicolas Gilliet, prima di tutto un appassionato, con alle spalle una lunga e solida carriera di jazz promoter e di organizzatore di concerti. Così ad Ascona quest’anno tornano vecchie conoscenze, con un buon numero di musicisti ‘storici’ che si sono distinti agli albori del festival, da Lillian Bouttée a Bob French, da The Wolverines a Storyville Shakers e Thomas L’Etienne.

Non mancheranno poi alcuni dei grandi mattatori che hanno animato le esibizioni degli ultimi anni, da Leroy Jones a Ed Polcer, da Englebert Wrobel a Swing Cats e ancora Earl Conway e Marc Richard . Saranno in scena infine alcuni giovani musicisti che continuano a perpetuare la tradizione del jazz di New Orleans ma che fanno parte di quella nuova schiera di artisti in grado di destreggiarsi con tutti i generi musicali e che vantano esperienza e versatilità assolutamente straordinari. Tra questi Niki Harris, Barbara Morrison, Herlin Riley, Joan Faulkner, Isla Eckinger.

Infine un particolare risalto è stato dato ad alcune figure leggendarie del jazz americano che porteranno ad Ascona la loro grande professionalità e la loro bravura: tra questi Plas Johnson, Rhoda Scott, Warren Vaché, Wendell Brunious, Eddie Locke, Bob French. Tutti questi musicisti, insieme ai loro partner, costituiscono un cast assolutamente unico, in gran parte in esclusiva assoluta europea per JazzAscona e faranno di certo dell’edizione 2004 del Festival un evento senza eguali. Il ventesimo compleanno è inoltre l’occasione per rendere omaggio a tre giganti della storia del jazz, di cui quest’anno ricorre l’anniversario dei cent’anni dalla nascita. Si tratta di Count Basie, Fats Waller e Coleman Hawkins. Questi “eroi” del jazz classico saranno ricordati sia con una serie di serate di gala a loro dedicate, sia durante le esibizioni di alcuni gruppi che si ispirano direttamente alla loro musica ed al loro stile. I tributi alle carriere dei tre festeggiati saranno fil rouge di questi giorni.



Aspettando il NOJA 2004: visita la la fotogallery



Il sito ufficiale:

www.jazzascona.ch