Select Page

Appuntamento sabato 17 novembre 2018 con la nona edizione di MeteoLab, l’incontro scientifico dedicato alla Meteorologia e Climatologia delle Alpi organizzato dall’Associazione Forte di Bard in collaborazione con la Società Meteorologica Italiana e l’Equipe Arc-en-Ciel. Studiosi e appassionati si confronteranno quest’anno sul tema “Nuovi modi per vivere le Alpi?”

I cambiamenti climatici e ambientali in corso sulle Alpi impongono e imporranno sempre più in futuro nuovi modi di abitare, costruire, gestire e pianificare il territorio. Serviranno innovazione, risparmio energetico, recupero e valorizzazione del patrimonio architettonico esistente, potenziamento dei servizi sociali, educativi, tecnologici e sanitari anche in vista dell’insediamento di nuovi cittadini che, da una pianura arroventata, sceglieranno di spostarsi in montagna non solo per le vacanze, ma anche per vivere tutto l’anno e lavorare. Così le Alpi, da luogo talora marginale, potrebbero proporsi come laboratorio per far fronte alle sfide che abbiamo di fronte, un’occasione per rinnovarsi, salvarsi e creare nuove opportunità di lavoro.

I lavori saranno aperti da Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, che parlerà di “Nuovi modi per vivere le nuove Alpi”. A seguire durante la mattinata gli interventi di: Luciano Bonetti, dell’Ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della Valle d’Aosta, con “l’architettura nelle Alpi con particolare attenzione alla quota, alle infrastrutture e alla città alpina in profonda relazione con il paesaggio e l’ambiente”;
Edoardo Cremonese, dell’area operativa cambiamenti climatici ARPA Valle d’Aosta, con
“Alpi +2C: uno scenario ottimistico per le nostre montagne”, Virna Bussadori, direttrice dell’ufficio pianificazione territoriale della provincia di Bolzano, con “Alpi e Turismo: luci e ombre di uno sfruttamento intensivo” e infine Chantal Trèves, del dipartimento pianificazione territoriale della Regione Valle d’Aosta, con “Il cambiamento climatico e la necessità di ripensare le strategie di insediamento in Valle d’Aosta.

Nel pomeriggio Guido Giardini, presidente della Fondazione montagna sicura, parlerà di“Sanità elettronica per turisti e residenti nei territori di montagna: i risultati del progetto e-Res@mont”
Andrea Celesia, dell’ Associazione degli albergatori della Valle d’Aosta, tratterà “L’uomo e l’impresa ricettiva nel fragile sistema turistico alpino” e Ulrich Santa, direttore di CasaClima esporrà “L’esperienza CasaClima come motore dell’economia edilizia sostenibile e esempio virtuoso nella strategia europea EUSALP”

L’evento è accreditato dall’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta.

La partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria online

Info  Tel. (+39) 0125 833816