Select Page

Poco dopo le ore 18:00 di lunedì 24 giugno 2019, dalla sede del CIO di Losanna, è stata comunicata in diretta mondiale l’assegnazione dei Giochi Olimpici Invernali del 2026 all’Italia. La doppia candidatura MILANO-CORTINA ha vinto, con 47 preferenze, contro le 34 di Stoccolma.

La delegazione italiana, capitanata dai sindaci di Cortina e Milano, Gianpietro Ghedina e Giuseppe Sala, e dal Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha “portato a casa” un grande risultato, che coinvolge due regioni (ma non solo due) e diverse aree montane del Bel Paese, tra le quali anche la Valtellina. Alla cerimonia di proclamazione era presente anche Sofia Goggia, campionessa olimpica in carica di discesa ibera.

Nel corso dei prossimi giorni avremo ulteriori dettagli in merito a questa assegnazione, che proietta le montagne italiane – e non solo quelle che saranno sede dei Giochi Olimpici – in una dimensione planetaria.

Il momento dell’annincio del CIO

Olimpiadi 2026 – Elenco gare e località

Ecco l’elenco delle località coinvolte, un vero e proprio sistema alpino che permetterà di utilizzare strutture ed esperienze decennali, già presenti e consolidate, ottimizzando costi, logistica e know-how:

  • Bormio (SO) – Sci Alpino maschile
  • Cortina d’Ampezzo (BL) – Sci Alpino femminile
  • Val di Fiemme (TN) – Sci di Fondo
  • Anterselva (BZ) – Biathlon
  • Cortina d’Ampezzo (BL) – Bob, Slittino, Skeleton
  • Milano – Hokey ghiaccio
  • Milano – Pattinaggio artistico
  • Milano – Short Track
  • Livigno (SO) – Snowboard, Freestyle
  • Baselga di Pinè (TN) – Pattinaggio velocità
  • Val di Fiemme (TN) – Salto con gli sci
  • Cortina d’Ampezzo (BL) – Curling