Select Page

Cinquanta metri di corsa e poi giù per la valle in discesa libera, sono le regole base della competizione più pazza dell’inverno: il “Red Bull Discesa libera 2019”.

La gara organizzata da Red Bull, torna nelle località di Val d’Ultimo e Cortina d’Ampezzo per il secondo anno consecutivo e, anche quest’anno, vedrà come ambassador i due super campioni degli sport invernali, Dominik Paris e Sofia Goggia, reduci da una stagione pazzesca, che si divertiranno insieme a centinaia di amici e partecipanti della gara nelle proprie città di “casa”.

Dominik Paris is ready to test the track of the Red Bull Discesa Libera

Programma Red Bull Discesa Libera

Il campione dello sci-alpino, dopo un’esaltante stagione che lo ha visto trionfare in SuperG nel mondiale di sci 2019 e nella Coppa di specialità, sarà presente sabato 23 marzo alla prima tappa di Val d’Ultimo (BZ) mentre la neo vincitrice della medaglia d’argento in Super G e campionessa olimpica e della Coppa del Mondo di discesa libera 2018, sarà presente a Cortina d’Ampezzo (BL)domenica 31 marzo.
Centinaia di sciatori amatoriali si contenderanno dunque il titolo di campione di Red Bull Discesa Libera 2019. I partecipanti dovranno correre il tratto iniziale di gara indossando gli scarponi fino a raggiungere i propri sci, disposti a quasi 50 metri dal punto di partenza e, successivamente, comincerà la gara vera e propria: la discesa a tutta velocità lungo il percorso tracciato. I vincitori di ogni batteria si sfideranno poi in una gara finale all’ultimo respiro.

È possibile partecipare sia da soli che in un team già formato o da formare il giorno stesso dell’evento. In palio ci sarà un premio per squadra e, per calcolare i risultati, verranno sommati i 3 tempi in assoluto più veloci di 3 dei 4 componenti di ogni squadra.

Il primo appuntamento con Dominik Paris è in programma il 23 marzo dalle ore 9 alle 14 alla Stazione Schwemmalm di Pracupola a Val Ultimo (BZ), presso la pista “Dreimandler”.
“Non vedo l’ora di essere a casa il 23 marzo per festeggiare nel migliore dei modi insieme ad amici e fan la conclusione della stagione, all’insegna dello sport e del divertimento!”, afferma il campione Dominik Paris, “Lo farò in una gara piena di adrenalina e agonismo aperta a tutti che mi diverte moltissimo seguire nei minimi dettagli e particolari. Lo scorso anno è stata una grande festa e sono sicuro che quest’anno sarà ancora più divertente!”

“Discesa Libera” è, infatti, una gara di sci “atipica” e fuori dagli schemi proprio in pieno stile Red Bull dove il divertimento è assicurato: il perfetto mix tra lo sci alpino, lo skicross ed una gara imprevedibile dove la tecnica conta meno della velocità e la voglia di vincere.

Il 31 marzo, a fare la madrina dell’evento sarà Sofia Goggia, nella seconda ed ultima tappa della gara dove la campionessa tornerà nella sua Cortina, luogo in cui ha calcato le prime piste da sci ed è cresciuta, per festeggiare gli ultimi straordinari successi alla Coppa del mondo appena conclusa.

Sofia Goggia is ready for Red Bull Discesa Libera

“E’ sempre una grande emozione per me tornare a Cortina”, aggiunge Sofia Goggia, “e farlo all’interno di un evento così divertente mi riempie ancor più di gioia. Avrei voglia di partecipare insieme agli altri matti concorrenti ma mi limiterò a fare loro da apripista e a fare il tifo per il migliore e per quelli più temerari e simpatici!”.

Iscrizioni Red Bull Discesa Libera

Le iscrizioni saranno raccolte attraverso il sito internet dell’evento: https://www.redbull.com/it-it/events/discesa-libera-paris oppure direttamente il giorno dell’evento presso il punto di accredito Red Bull situato nei pressi dell’arrivo della pista “Dreimandler”.

Al momento dell’iscrizione ogni partecipante riceverà il pettorale di gara – che andrà obbligatoriamente indossato – e l’assicurazione. La consegna dei pettorali avverrà al checkpoint Red Bull, ai piedi della pista, dalle ore 8. Saranno assegnati premi per categoria durante ogni singola tappa.

E’ ammessa la partecipazione con ogni genere di sci ma non di tavole da snowboard. E’ possibile indossare protezioni ed è naturalmente obbligatorio l’uso del casco mentre è vietato l’utilizzo di tute da gara.