Select Page

E’ operativo da un paio di settimana circa, ma il Parco ha atteso qualche giorno di doveroso rodaggio per darne notizia, un interessante servizio che l’Ente, sul proprio sito, mette a disposizione dei cittadini.
Si tratta di un sistema di monitoraggio ambientale all'avanguardia, dotato di una stazione meteorologica Davis Instruments Vantage Pro II wireless e di una webcam che ritrasmettono i dati e le immagini immagazzinate in tempo reale all’indirizzo internet del Parco (parcodolomitifriulane.it).

La stazione meteorologica è dotata di: tacogonioanemometro, installato a 10 metri per il rilevamento di velocità e direzione del vento, pluviometro (intensità e cumulato delle precipitazioni), termoigrometro (installato a 2 metri per la temperatura e l'umidità dell'aria) e barometro per la pressione atmosferica.

A corredo, come anticipato, una IP camera Mobotix D12 dotata di doppio obiettivo CMOS a colori sdoppiabile per testimoniare in tempo reale e con la massima qualità possibile le bellezze che circondano la sede del Parco. Il tempo di refresh delle immagini è di 5’.
Tutto il sistema è indipendente ed autonomo dall'utilizzo di pc e si connette direttamente al web tramite interfaccia ethernet sfruttando la rete di connettività wireless Rupar della quale è dotata la sede del Parco.

“Uno strumento importante – ha detto il presidente Marino Martini – che consente anche di apprezzare la Cima dei Preti e la Val Cimoliana tutta, dov’è puntato l’occhio della telecamera. Ma non è solo una questione di estetica o turistica, s’intenda: a noi la stazione meteo è utile per poter disporre di dati meteorologici del territorio che utilizziamo a corredo delle attività di monitoraggio effettuate sia sulle specie sia sull’habitat in generale. E’ nostra intenzione, nel prossimo futuro – ha concluso il Presidente – di posizionare altre stazioni in aree differenti”.