Select Page

Un libro nato dal desiderio di affermare che radici e valori come la famiglia, l’amicizia e il senso di appartenenza, possano non essere mai smarriti. Un libro, quello di  Riccardo Crovetti, dove l’autore ha voluto raccontare, utilizzando molte fotografie d’epoca e una vecchia storia rivelatagli da alcune lettere scritte alla madre e dalle pagine del diario, di un suo prozio, Paolo Colò, cugino di Zeno l’olimpionico, con il quale non aveva solo il cognome e la fraterna amicizia  in comune, ma anche tanto talento che lo portò a collezionare una serie di grandi affermazioni che lasciavano presagire un futuro glorioso sennonché un destino atroce era in agguato…

Centottantatre pagine che raccontano la storia di un gruppo di “fenomeni” abetonesi, come Rolando Zanni, Vittorio Chieroni, Celina Seghi e Zeno Colò, giovani che percorsero insieme gli anni dalla fanciullezza alla maturità accomunati da un’unica passione, lo sci,  sport per  gambe forti, polmoni capienti, muscoli resistenti.

Ma soprattutto, è una storia di montagna, di guerra, di campioni e di agonismo, dove emerge la figura carismatica di Paolo Colò, sergente degli Alpini del Nucleo Pattuglie Sci Veloci, il reparto sportivo della Scuola Militare di Aosta, che raccoglieva tra le sue fila gli atleti azzurri delle discipline alpine e nordiche. Una compagnia di giovani sciatori capace di affrontare a testa alta le traversie della seconda guerra mondiale e che continua, anche dopo l’8 settembre, tra imprese sportive e tragici eventi, rifugiandosi in Svizzera dove resta in esilio forzato fino al 1945 a dar vita a uno sci leggendario.

InfoLibro
Sulle tracce dell’angelo bianco
di Riccardo Crovetti
Ugo Mursia Editore – 2015
Prezzo: € 19.00